Lista degli eventi
<< Ottobre Novembre 2010 Dicembre >>
<< 2009 Gen  Feb  Mar  Apr  Mag  Giu  Lugl  Ago  Set  Ott  Nov  Dic    2011 >>


RESTAURA - III SALONE DEL RESTAURO DEI BENI CULTURALI
Tutto il giorno: Thursday 29 November 2010 - 0:00:00
Da gioved? 29 novembre a sabato 1 dicembre si terr? a Venezia la XI edizione del Salone dei Beni e le Attivit? Culturali che anche quest?anno ospiter? ?RESTAURA? III Salone del Restauro dei Beni Culturali ? iniziativa nata dalla volont? di favorire l?incontro e lo scambio culturale sul tema della conservazione e del restauro tra le Istituzioni, le imprese e i professionisti del settore - realizzata dal Ministero per i Beni e le Attivit? Culturali in collaborazione con il Distretto Veneto dei Beni Culturali. ?Il restauro in Italia e oltre i confini ? ? lo slogan del MiBAC per il III Salone di Restaura, in linea con le tematiche guida dell?Ente fiera, che nella presente edizione intende promuovere il confronto di competenze e di esperienze maturate in realt? culturali diverse tra professionisti provenienti da tutta Europa. Obiettivo del MiBAC ?, infatti, dare spazio tanto ai progetti innovativi ? gi? realizzati in Italia nel corso degli ultimi anni o in fase di attuazione - che utilizzino tecnologie avanzate, quanto ai progetti che gli Istituti italiani hanno realizzato all?estero nelle varie tipologie d?intervento, attraverso convenzioni, accordi e scambi culturali, nonch? progetti di restauro realizzati da Istituti esteri. In particolare, al tema ?Il restauro in Italia e oltre i confini? sar? dedicato il convegno di gioved? 29 novembre ? a partire dalle ore 14.00 presso la sala Blu Pad. 107/B - curato dal Ministero per i Beni e le Attivit? Culturali. L?incontro sar? aperto dagli interventi di Danielle Mazzonis, Sottosegretario di Stato del MiBAC, di rappresentanti della politica, esponenti del mondo accademico e tecnici del MiBAC, e vedr? il prezioso contributo di esperti rappresentanti di Organismi internazionali quali ICCROM e ICOMOS e di professionisti ed addetti ai lavori di Spagna, Germania, Romania e Turchia, chiamati ad illustrare le loro significative esperienze in questo settore. I lavori saranno articolati in due sezioni: la prima ? con inizio alle ore 14.30 e moderata da Antonia Pasqua Recchia (Direttore Generale per l?Innovazione Tecnologica e la Promozione del MiBAC) ? dedicata a orizzonti esteri e collaborazioni italiane; la seconda ? con inizio alle 16.45 e moderata da Caterina Bon Valsassina (Direttore dell?Istituto Centrale per il Restauro) ? incentrata sugli strumenti di gestione e casi di studio. Nel corso della manifestazione saranno esplorate anche le problematiche legate al tema del restauro nelle sue varie tipologie - pittura, architettura, paesaggio, archeologia, patrimonio archivistico, librario e cinema - che richiedono alta professionalit?, investimenti, indagini, ricerche, sperimentazioni di materiali e nuove tecnologie per restituire gli antichi splendori ai beni senza alterarne le caratteristiche originarie. Come ogni anno, prenderanno parte alla manifestazione gli Istituti di Ricerca del MiBAC: l?ICR ? Istituto Centrale per il Restauro - con la presentazione del progetto relativo alla conservazione delle grotte di Ajanta in India e un?immagine ad altissima definizione dell?Ultima Cena di Leonardo; l?ICPL - Istituto Centrale per la Patologia del Libro - con interventi di restauro di alcuni codici conservati presso la Biblioteca Saffi di Forl? illustrativi di tecniche di manipolazione non invasive; il CFRL - Centro di Fotoriproduzione, Legatoria e Restauro degli Archivi di Stato ? affronter? le tematiche legate alla rimozione di strutture biologiche da materiali fotografici, la preservazione di materiali fotografici antichi, la presentazione del volume ?Studi e Ricerche?, il restauro di due importanti opere rinvenute nel Duomo di Orvieto e di due registri liturgici membranacei dell?Archivio di Assisi; l?ICCD ? Istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione ? presenter?, nell?ambito del convegno, gli esiti di un progetto (Euromed Heritage) svolto con l?apporto di finanziamenti europei e le varie attivit? poste in essere sulla base di accordi bilaterali con altri Paesi, nonch? le prospettive di sviluppo in questo specifico settore; l?ING ? Istituto Nazionale per la Grafica ? offrir? interessanti esempi sulla clonazione delle matrici incise. Durante i tre giorni della manifestazione si alterneranno una serie d?incontri - presso lo Spazio Agor? (Pad.107/A) e presso lo stand istituzionale (Pad.107/A) del MiBAC - volti a dare visibilit? alle numerose attivit? svolte dalle professionalit? specializzate e qualificate dei tecnici degli Istituti periferici del MiBAC. Inoltre lo stand ospiter? mostre curate dagli Istituti territoriali con l?esposizione di quattro significativi reperti: il letto funerario in osso di et? ellenistica rinvenuto nell?antica Aquinum ? Castrocielo, in provincia di Frosinone (Soprintendenza per i Beni Archeologici del Lazio); la Situla Benvenuti, restauro permanente, del corredo di gioielli femminili rinvenuto nella tomba di Villa Benvenuti (VII sec. a.C.), presso la Necropoli settentrionale di Este (Soprintendenza per i Beni Archeologici del Veneto); calchi di matrici clonate (Istituto Nazionale per la Grafica). Il Nucleo Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale di Venezia presenter? al pubblico opere recentemente recuperate. Allo stand saranno anche in mostra i progetti relativi alle rappresentanze dei paesi stranieri invitati: per la Germania il progetto di recupero dello storico Palais Durckeheim di Henry Van de Velde; per la Spagna esempi di restauro e conservazione, attraverso il piano nazionale delle Cattedrali, realizzato dalla pontificia Commissione per i Beni Culturali della Chiesa; per la Romania il restauro dello storico monastero di Probota, in provincia Suceava, del Ministero della Cultura e degli Affari Religiosi - Dipartimento dei Monumenti e dei Musei storici di Bucarest, ed infine per la Turchia il progetto di salvaguardia dell?area di Sultanahmet di Istanbul, che metter? in evidenza l?attivit? di cooperazione italo - turca. MiBAC 06.6723.2118/2394/2134
Categoria: culturaDove: VENEZIA, TERMINAL 107 E 108 DELLA VENEZIA - TERMINAL PASSEGGERI
Inserito da: fernanda bruno Contatto: fbruno@beniculturali.it
 
Festival Cinema e Musica
Quando: Monday 24 November 2010 - 0:00:00 Fino: Saturday 29 November 2010 - 0:00:00
CINEMA E MUSICA A LAGONEGRO PREMIO MIGLIORE MUSICA ORIGINALE PER FILM ITALIANI Cinema e Musica si incontrano a Lagonegro. Nella citt? della Basilicata si terr? infatti dal 24 al 29 novembre 2008 Cinema & Musica manifestazione che premia le migliori composizioni di musica originale nei film italiani di recente produzione. I compositori che, scelti dalla direzione artistica affidata a Marco Mazzieri e Antonio Brigante, risultano in gara per la sesta edizione del premio sono: Andrea Guerra per LA TERRA DEGLI UOMINI ROSSI, Ratchev e Carratello per PRANZO DI FERRAGOSTO; Enrico Sabena per CORAZON DE MUJERS; Rosario Di Bella per NIENT?ALTRO CHE NOI e Franco Piersanti per TUTTA LA VITA DAVANTI. Ad assegnare il Premio sar? una giuria tecnica composta da musicisti, compositori e critici cinematografici, presieduta dal Prof. Marco Pistoia, docente di Storia e critica del cinema presso l?Universit? di Salerno. Il Festival sar? inaugurato a Latronico il 25 novembre alle ore 21,30 con la proiezione in anteprima del film ADIUS di Ezio Alovini dedicato alla vita e alle canzoni di Piero Ciampi, alla proiezione saranno presenti il regista Ezio Alovini e l?attrice Rossella Seno. La musica sar? protagonista con due importanti concerti, che si terranno presso il teatro Iris di Lagonegro: il primo, gioved? 27 novembre, con il Pianista Daniele Furlati, CONCERTO PER PIANOFORTE E IMMAGINI - musiche originali composte da Daniele Furlati per i films muti: IN THE PARK diretto e interpretato da Charlie Chaplin BACON GRABBERS diretto da Lewis R. Foster con Stan Laurel e Oliver Hardy e le musiche SAN ISIDRO suite dalla colonna sonora del film Viva San Isidro di Alessandro Cappelletti IL VENTO FA IL SUO GIRO suite musiche di Marco Biscarini e Daniele Furlati dalla colonna sonora del film Il vento fa il suo giro di Giorgio Diritti PIAZZATI musiche di Marco Biscarini e Daniele Furlati dalla colonna sonora del documentario Piazzati di Giorgio Diritti prima esecuzione pubblica Il secondo concerto si terr? nella serata conclusiva sabato 29 Novembre, con ?TRIONIRICO? ( Pasquale Laino ? sassofoni; Alessandro Gwis ? piano; Andrea Avena ? contrabbasso ) In programma: L?INCREDIBILE STORIA DI ALFIO IL FAUNO (racconto per tre?.strumenti recitanti ) La terra del tempo piccolo - Girovagando - Il ritorno del fauno - Qualcosa ? cambiato - Le false ninfe - Sulle tracce di Faustulus - La reverie (prima esecuzione pubblica) - 5 dicembre - Il fiume mi porter? - Nel bene e nel male - Le frottole e la notoriet? - Chi si ricorda di Alfio - Dormire, dimenticare. Nelle precedenti edizioni sono stati premiati i M? DANIELE FURLATI e MARCO BISCARINI per la musica originale del film IL VENTO FA IL SUO GIRO di Giorgio Dritti, il M? ANTONIO CASTRIGNAN? per la musica originale del film NUOVOMONDO di Emanuele Crialese, il M? GIULIANO TAVIANI per la musica originale del film SAIMIR di Francesco Munzi, il M? TEHO TEARDO per la musica originale del film LAVORARE CON LENTEZZA di Guido Chiesa e il M? SALVATORE BONAFEDE per la musica originale del film IL RITORNO DI CAGLIOSTRO di Cipr? e Maresco. Festival cinema & musica sesta edizione 2008 Cinema NUOVA ITALIA Latronico marted? 25 novembre 2008 serata inaugurale dedicata a Piero Ciampi ? ore 21,30 - anteprima del film ADIUS DI EZIO ALOVINI - MUSICHE DI GIANNI MARCHETTI Saranno presenti il regista Ezio Alovini e l?attrice Rossella Seno Cinema IRIS Lagonegro luned? 24 novembre 2008 ? ore 19,15 e 21,30 LA TERRA DEGLI UOMINI ROSSI di MARCO BECHIS - Musiche di ANDREA GUERRA marted? 25 novembre 2008 ? ore 14,00 TUTTA LA VITA DAVANTI di PAOLO VIRZ? - Musiche di FRANCO PIERSANTI ? ore 19,15 e 21,30 PRANZO DI FERRAGOSTO di GIANNI DI GREGORIO - Musiche di RATCHEV & CARRATELLO mercoled? 26 novembre 2008 ? ore 9,30 ADIUS DI EZIO ALOVINI - MUSICHE DI GIANNI MARCHETTI ? ore 19,15 e 21,30 CORAZON DE MUJERS di KIFF KOSOOF - Musiche di ENRICO SABENA gioved? 27 Novembre 2008 ? ore 21,30 CONCERTO CONCERTO PER PIANOFORTE E IMMAGINI DANIELE FURLATI Segue la presentazione del CORTOMETRAGGIO AMARO AMANTE LUCANO di Federica Falabella con Eva Immediato ? Antonio Mancino e Donata Manzolillo venerd? 28 Novembre 2008 ? ore 9,30 CORAZON DE MUJERS di KIFF KOSOOF - Musiche di ENRICO SABENA ? ore 19,15 e 21,30 TUTTA LA VITA DAVANTI di PAOLO VIRZ? - Musiche di FRANCO PIERSANTI sabato 29 Novembre 2008 ? ore 9,30 NIENT?ALTRO CHE NOI di ANGELO ANTONUCCI - Musiche di ROSARIO DI BELLA ? ore 18,30 INCONTRO PROGETTUTALE ? ore 20,30 SERATA CONCLUSIVA ? ore 21,30 CONCERTO ?TRIONIRICO? L?INCREDIBILE STORIA DI ALFIO IL FAUNO (racconto per tre? strumenti recitanti) Pasquale Laino ? sassofoni Alessandro Gwis ? piano Andrea Avena ? contrabasso FESTIVAL CINEMA E MUSICA ? VI? EDIZIONE ? 24 - 29 NOVEMBRE 2008 CINEMA IRIS ? LAGONEGRO ? cell. 3387166281 ? e-mail: cinema.iris@tiscali.it
Categoria: Video e CinemaDove: Lagonegro - Latronico
Inserito da: cinema iris Contatto: cinema.iris@tiscali.it
 
COLLETTIVA 30 FINALISTI TROFEO G.B.MORONI - 2009 - EMOZIONE
Quando: Saturday 7 November 2010 - 0:00:00 Fino: Saturday 28 November 2010 - 0:00:00
COMUNICATO STAMPA M.60 TROFEO G.B.MORONI 2009 – “EMOZIONE” I FINALISTI IN COLLETTIVA CARUSO ANNA – BORRIELLO- BONI PAOLA - ANFUSO – AGNELLO DARIO – GAILLARD JEAN LOUIS – MONCADA – CUMINETTI ANNA ROSA – MAFFEIS ELIO - BOTTER – MONCADA – LOTITO LUIGI – LOTITO DONATO – TONELLO RENZO – RICCO77 - ROCCHI – PIOTR - - BARBARISI – LAINO MAURO – CAGNA – TUROLLI ALESSANDRA – SERINELLI NICOLA – LONGARETTI SEBASTIANO - ZOYA –ZANCHI GIAN PAOLO – INFANTE GIULIA – FORNARELLI C. – GALAVOTTI LUCA – BRESCIANINI FLORA – BIDINI MARIA – CASALI ANTONIO NOZZA ROBERTA – CAVALLINI ANNA - GRADINARU CRISTINA Dal 7 al 28 Novembre 2009 nel locale delal New Artemisia Gallery si tiene la mostra collettiva dei 30 finalisti del sesto concorso di pittura Trofeo G.B.Moroni. Questa sesta edizione del concorso ha richiamato diversi artisti di ogni regione italiana ed anche da paesi esteri, come la Francia, La Svizzera, Mosca, e l’Ucraina. Il tema per questa edizione è stato “Emozione” e sull’onda delle emozioni gli artisti si sono diversamente cimentati con opere ad olio, acrilico, grafica, digital art , la sezione giovani under 25 e per la prima volta con un’installazione digitale. In questa panoramica di stili e di tematiche fra tutti i partecipanti la giuria ha scelto 30 opere che hanno avuto il privilegio di esporre in galleria, di essere presenti in manifesti affissi nel centro città e esposti con uno stendardo dal balcone della Banca d’Impresa in piazza Porta Nuova in centro Bergamo Bassa. Per la prima volta la direzione della galleria ha invitato gli artisti a presentare le loro opere tramite file o fotografie , una giuria composta da quattro critici d’arte ed una pittrice, nonché titolare della galleria, ha giudicato le opere da portare in finale. I tre premi principali, invece, saranno votati il giorno 28 mattino, per permettere alla giuria di poter vedere dal vivo le opere. Nel pomeriggio del 28 novembre, presso l’Auditorium San Sisto di Colognola (Bg) , alle ore 16,00 alla presenza della giuria, del pubblico e del presidente della circoscrizione 7 si svolgerà la cerimonia di premiazione di tutti gli artisti . In questa panoramica di idee, colori e forme, sviluppate con ogni tematica e pensiero,è venuta prevalente la sensazione che l’emozione è sempre un’equazione al femminile Molti artisti hanno infatti espresso questo tema attraverso la figura femminile,sia essa una danzatrice, una donna disperata, una donna che viene dal futuro, un’altra che ricorda la belle epoque, donne tristi, malinconiche,nascoste da veli trasparenti, voluttuose nella loro femminilità Bambine che giocano a specchiarsi nella pozzanghera, donne volitive e combattive, angosciate dalla vista di una tragedia, donne ingabbiate, o in fuga, donne che amano suonare una romanza alla luna, o come fate imprigionate nella luna e nelle stelle, altre che cercano una via di fuga verso la luce, mani di donna che invecchiano nel lavoro, o che si spingono verso il cielo, femminile anche l’omaggio ai caduti di Nassirya, e per ultimo il mazzo di fiori da sposa che si fonde con la luce intensa . In questo carosello femminile s’inseriscono opere a carattere astratto, fondali marini, amanti, paradisi immaginari, avventure nel deserto, tramonti, occhi indagatori, paesaggi montani , barche solitarie, come solitario l’uomo che si dirige verso la fine di una strada innevata, a chiusura di un’avventura appena iniziata, quella dell’arte che ha un percorso sempre nuovo e sempre antico. Anche se il regolamento del concorso brevede la scelta di 30 artisti, nulla esclude la bravura e l’impegno di tutti coloro che hanno partecipato a cui va il plauso della direzione della New Artemisia Gallery di Bergamo. Il direttore artistico Frassetto Maria Grazia
Categoria: Arte, fotografia, pittura, sculturaDove: NEW ARTEMISIA GALLERY - BERGAMO
Inserito da: frassetto Contatto: mariagraziafr@gmail.com
 
una maratona letteraria al Tuma's Book Bar
Quando: Tuesday 24 November 2010 - 21:00:00
Riparte la nuova stagione di LetteraturaViva con i protagonisti degli ultimi quattro anni Martedì 24 novembre 2009, ore 21.00 - Tuma’s Book Bar - Via dei Sabelli 17 (San Lorenzo) - Roma Dopo il successo della scorsa stagione, ritornano, a partire dal 24 novembre al Tuma’s Book Bar di San Lorenzo, gli incontri, letterari e non solo, che vedranno alternarsi sul palco gli autori in concorso quest’anno e quelli che hanno già partecipato alle passate edizioni di MArteLive. Martedì 24 novembre sul palco del caffè letterario romano si festeggerà la riapertura con una lunga maratona che, a partire dalle 21.00, animerà la serata con Veronica Tinnirello, vincitrice nel 2008, che ha recentemente pubblicato "Gli angeli vanno a dormire presto" (Coniglio Editore, 2009) come premio offerto dalla Coniglio Editore al primo classificato di MArteLive. Ospite speciale anche Nicolás Aldo Parente, il cantautore/falegname che da anni accompagna con le sue note le serate letterarie in giro per la capitale. Nicolás suonerà alcuni brani del suo primo album, Para Amar (MArteLabel, 2009), presentato lo scorso 26 ottobre al Contestaccio di Roma. Tra gli altri ospiti confermati anche Angelo Elle, vincitore di MArteLive 2007, Alessio Di Martino, vincitore del 2006, Luca Panzarella, Emanuela Mascherini, Marco Caponera, Maria Koshkina e Anthony Collanino. MArtePress Ufficio stampa & Comunicazione MArteLive Progetto LetteraturaViva LetteraturaViva è il primo festival/concorso italiano che valorizza ed esalta la dimensione live della lettura, dimensione che da sempre invece sembra appartenere soprattutto all'universo musicale. MArteLive, ribaltando questo assunto, difende l’idea che ogni arte si manifesta dal vivo, ogni forma artistica può diventare spettacolo. MArteLive è l’evento dove tutto si basa sul live. Nel corso degli anni sono stati realizzati oltre 120 serate letterarie coinvolgendo circa 500 autori, 13 locali e 15 case editrici che hanno fatto parte della giuria. LetteraturaViva vuole condurre il pubblico alla riscoperta del piacere della lettura attraverso l'esaltazione dell'udito, attraverso l'ascolto. Nel corso della serata, uno, due, tre, quattro poeti o narratori si susseguono al microfono, coinvolgendo il pubblico in sala attraverso la voce, i suoni, le immagini proposte. Usando come strumento il mondo dei locali notturni, frequentati dai giovani, il progetto letterario di MArteLive si propone di incentivare il fermento culturale ed artistico che sembra caratterizzare in questi ultimi anni Roma e altre città italiane. Uno degli scopi è anche quello di promuovere gli artisti fornendo, gratuitamente, un'ampia visibilità, sia attraverso il materiale cartaceo distribuito su tutto il territorio romano, sia attraverso la stampa (riviste, quotidiani, internet, podcast).
Categoria: culturaDove: Via dei Sabelli, 17 (San Lorenzo) Roma
Inserito da: stampamartepress Contatto: stampamartepress@gmail.com
 
WEEKEND CON DELITTO
Quando: Saturday 6 November 2010 - 0:00:00 Fino: Sunday 7 November 2010 - 0:00:00
WEEK END CON DELITTO 6 – 7 novembre 2010 al Podere Tuscania – San Vincenzo (LI) Vuoi vivere un’esperienza all’insegna del giallo? Yellow Legacy ti coinvolgerà nelle trame di un assassinio, chiedendoti di fare appello a tutte le tue capacità di investigazione per risolvere un inquietante mistero… Calato nei panni di un personaggio della storia, assieme ai tuoi compagni di squadra, avrai l’occasione di realizzare piccole scenette, raccogliere indizi, compiere sopralluoghi e perquisizioni, interrogare i testimoni e farti un’idea dell’accaduto…fino alla resa dei conti finale, quando dovrai presentare la tua versione dei fatti! Riuscirai a smascherare l’assassino? PROGRAMMA: 6 novembre Inizio gioco nel tardo pomeriggio Cena (il gioco continua…) Pernottamento 7 novembre Ripresa del gioco dopo le colazioni Fine del gioco, soluzione e premiazione dei vincitori prima del pranzo Pranzo tutti assieme Prezzo: 135 euro (comprensivi di pernottamento, cena, colazione, pranzo e gioco – bevande incluse) PER INFO Yellow Legacy Murder Party tel: 347 0633980 email: info@yellowlegacy.it PER PRENOTAZIONI Podere Tuscania tel: 0565 705486 email: info@podere-tuscania.it
Categoria: SpettacoloDove: San Vincenzo - Livorno
Inserito da: yellowlegacy Contatto: andrea@yellowlegacy.it
 
Paesaggio, architettura, acqua. Un percorso comune nella Provincia di Varese
Quando: Saturday 6 November 2010 - 0:00:00 Fino: Thursday 11 November 2010 - 0:00:00
Paesaggio, architettura, acqua Un percorso comune nella Provincia di Varese Dal 6 all’11 Novembre 2010 dalle ore 10.00 alle ore 12.00 e dalle ore 15.00 alle ore 18.00 Palazzo Verbania, via Dante Alighieri 6, Luino “Paesaggio, architettura, acqua. Un percorso comune nella Provincia di Varese” verrà inaugurata il 6 novembre prossimo alle ore 17.00 presso Palazzo Verbania di Luino: un’iniziativa promossa dalla Provincia di Varese e dalla Città di Luino su proposta realizzata dal Gruppo Archeazione. “Ho fortemente voluto che questa mostra fosse presentata anche a Luino – commenta il Sindaco Andrea Pellicini - proprio per la valenza importante che l’acqua, quale elemento vitale, rappresenta per il nostro territorio: lo splendido scenario naturale che ci circonda, infatti, si è rivelato da sempre di importanza strategica sia per la storia che per l’economia locale. Ora più che mai può costituire un vero e proprio trampolino di lancio in vista di Expo 2015”. La Provincia di Varese ha un forte rapporto con l’acqua. Molti agglomerati urbani devono la loro nascita e il loro sviluppo proprio grazie a questo indispensabile elemento. L’esposizione documenta visivamente l’impatto sul territorio dell’acqua quale preziosa ricchezza ambientale: alcuni significativi manufatti architettonici sono sorti durante i secoli lungo i bacini fluviali e lacuali, assumendo un ruolo di fondamentale importanza per le nostre città da un punto di vista economico e sociale. Tra i punti di maggiore interesse, il Lago Maggiore, che attraverso le fornaci da calce ha contribuito allo sviluppo anche del territorio milanese, le dighe e le centrali idroelettriche, grandi opere di ingegneria e architettura, il fiume Olona, cardine per l’industrializzazione. La mostra non vuole essere una mera rassegna fotografica: le immagini ambiscono ad evocare una storia affascinante quanto per molti sconosciuta. Gli scatti sono stati realizzati focalizzando una maggiore attenzione sui particolari architettonici integrati da visioni di tipo paesaggistico, al fine di immortalare quegli elementi che molte volte sfuggono, ma che restano quali testimoni indelebili del passato. Una storia che si ritiene possa interessare anche alle generazioni più giovani: proprio per questo, un invito particolare viene esteso alle scuole superiori, affinché la mostra diventi un piccolo percorso didattico che possa indurre i ragazzi alla comprensione di una parte importante della storia del territorio in cui viviamo e introdurli all’arte dell’”osservare”. La mostra sarà articolata con l’esposizione di foto stampate su tela e adagiate su basamenti a forma di cubo, inoltre, vi sarà una piccola zona di sosta in cui verranno proiettate immagini molto suggestive a volo d’uccello. Una musica di sottofondo accompagnerà il fruitore. La mostra è a ingresso libero. Un’apertura specifica su appuntamento per le scuole è prevista nella settimana dall’8 al 12 novembre. Il gruppo denominato Archeazione, è costituito da alcuni giovani architetti della provincia di Varese, (Pietro Bassani, Sara Bartoli, Micaela Bonomessi, Sergio Camisasca, Laura Ceresa, Maria Scalvi) ed è nato nel 2008 con lo scopo di promuovere la cultura architettonica nelle città della nostra Provincia. Cultura intesa non solamente da un punto di vista storicistico e bibliografico, ma anche da quello fotografico/architettonico a testimonianza di una realtà locale spesso poco conosciuta.
Categoria: Arte, fotografia, pittura, sculturaDove: Luino, Palazzo Verbania, via Dante Alighieri 6
Inserito da: studiodore Contatto: Non specificato
 
Gioco di società
Quando: Tuesday 16 November 2010 - 0:00:00 Fino: Sunday 28 November 2010 - 0:00:00
Evelina Nazzari recita Leonardo Sciascia nel ruolo che fu di Alida Valli Gioco di società dal 16 al 28 novembre h 21 (la domenica h.18) Teatro allo Scalo, Via Dei Reti, 36 Roma Da un racconto di Leonardo Sciascia, per la prima volta proposto a teatro, Gioco di Società è in scena al Teatro allo Scalo dal 16 al 28 novembre, un “giallo” su giochi di morte e di potere, diretto da Sandro Torella, con Evelina Nazzari e Giovan Bartolo Botta. Il tutto è ambientato negli anni sessanta. Una donna non più giovanissima; un giovane supplente di matematica; un incontro che comincia e finisce senza possibilità di repliche. Non è però un incontro d’amore (anche se dell’amore si parla) bensì dell’incontro tra vittima e assassino. Lui, anche se spiazzato dal carattere forte di lei, pronto a fare quello che deve fare, per denaro; lei, sebbene colpita da alcune insicurezze di lui, pronta a fargli fare quello che vuole sia fatto, per denaro. Due personaggi reali e due solo evocati nel racconto (la strana moglie di lui, lo scomodo marito di lei) animano questa commedia noir dove prevaricazione e denaro sono sempre presenti. Gioco di società si nutre di sotterfugi e sentimenti soffocati, racconta la smania di potere e il gusto del macabro, racconta il filo sottile che separa la sopravvivenza dal concetto di eterno: “..l’idea dell’inferno si è contratta nei mutui venticinquennali per l’acquisto di una casa, di un pezzo d’eternità…è il Dio dei caroselli televisivi…e delle banche che amministrano la metafisica”. Un finale a sorpresa, immediatamente scalzato da un epilogo imprevisto ed imprevedibile. Lo spaccato di una società dorata e corrotta. Gioco di società tratto da uno dei più celebri racconti contenuti nella raccolta “Il mare colore del vino” di Leonardo Sciascia, fu trasmesso 40 anni fa dalla Rai, protagonista Alida Valli. Ufficio stampa: Marino Midena 3477162033 Ufficiostampa@spet.it Per info 0683602262 3406485291 info@teatroalloscalo.it www.teatroalloscalo.it Direzione Artistica: Sandro Torella Ingresso intero 13 €, ridotto 10 (under 26 – over 65)
Categoria: SpettacoloDove: roma
Inserito da: dalila Contatto: dalila@spet.it
 
Concerto Jazz Milano "The Angle"
Quando: Tuesday 16 November 2010 - 21:15:00 Fino: Tuesday 16 November 2010 - 22:40:00
DATA CONCERTO: martedì 16 NOVEMBRE 2010 (ore 21.15) LUOGO: SPAZIO TEATRO 89 - Via Fratelli Zoia 89 - Milano "THE ANGLE" Tullio Ricci, tenor saxophone Michele Franzini, piano Roberto Mattei, bass Michele Salgarello, drums Nato come workshop su composizioni originali dall'idea di quattro musicisti professionisti di variegata e comprovata esperienza, in un momento in cui nei “jazz club” italiani ben poco spazio è riservato alla sperimentazione, il collettivo musicale “The Angle” si è subito imposto all'attenzione di colleghi e addetti ai lavori per la propria concezione ritmica e armonica assolutamente contemporanea e di respiro internazionale. Al progetto, non a caso, ha aderito con entusiasmo uno dei musicisti di spicco del jazz contemporaneo di New York, il trombettista e compositore Ralph Alessi, che si è unito al gruppo per la registrazione del primo cd dal titolo “Wrecks”. La musica sulla quale è incentrato il repertorio, spicca per originalità e varietà di atmosfere, rimanendo tuttavia in piena coerenza con un filone musicale che fa tesoro delle esperienze delle avanguardie d'oltreoceano senza perdere il contatto con la grande tradizione e con l'attenzione all'aspetto melodico che contraddistingue certo jazz europeo. Sensibili e ricettivi nelle improvvisazioni collettive, generosi e pertinenti nelle proprie uscite solistiche, tutti i musicisti del gruppo hanno l'opportunità di esprimere la propria distinta personalità, fornendo il proprio apporto all'interno di un “ensemble” di notevole compattezza ritmica e di già consolidato “interplay”. info: http://www.spazioteatro89.org/
Categoria: MusicaDove: Spazio Teatro 89 - Via Fratelli Zoia 89 - Milano
Inserito da: arte20 Contatto: beeth@tiscali.it
 
Futuro Presente
Quando: Friday 19 November 2010 - 0:00:00 Fino: Sunday 21 November 2010 - 0:00:00
Futuro Presente propone un secondo focus dal titolo “Più reale del reale? Il cinema e le immagini (s)velate” che si terrà a Rovereto (Trento) il 19, 20 e 21 novembre prossimo. Futuro Presente prosegue lungo uno stimolante percorso di ricerca e riflessione dedicato quest’anno a indagare il rapporto tra la realtà e la sua rappresentazione. Dopo la sezione di maggio 2010 dedicata all’approfondimento del binomio realtà/finzione in ambito giornalistico, fotografico, pubblicitario, letterario e televisivo, il focus autunnale di Futuro Presente si concentra sul cinema e le sue interazioni con la riflessione filosofica. Sul palcoscenico si avvicenderanno registi come Marco Bellocchio, Giorgio Diritti, Michelangelo Frammartino, Pietro Marcello, ed esperti del panorama cinematografico italiano come Enrico Ghezzi, Marco Bertozzi, Franco Rella, Leonardo Gandini, Roberto De Gaetano, Pietro Montani. Accanto ai loro interventi, le proiezioni di film tra i quali Vincere e Sorelle Mai di Bellocchio, L’uomo che verrà di Giorgio Diritti, Le quattro volte di Michelangelo Frammartino, La bocca del lupo di Pietro Marcello. Il programma completo di Futuro Presente è disponibile sul sito www.festivalfuturopresente.it. Dall’area stampa, registrandovi, potete scaricare altre immagini (http://www.orienteoccidente.it/interne/stampa.aspx?ID=4343) Incontri e film Ingresso gratuito con prenotazione tramite sito www.festivalfuturopresente.it o telefonica 0464 431660 Info 0464 431660 info@festivalfuturopresente.it www.festivalfuturopresente.it
Categoria: Video e CinemaDove: Rovereto - TN
Inserito da: cid Contatto: info@festivalfuturopresente.it
 
WEEKEND CON DELITTO
Tutto il giorno: Saturday 20 November 2010 - 0:00:00
WEEK END CON DELITTO 20 - 21 novembre 2010 all’agriturismo Sole del Chianti – Tavarnelle Val di Pesa (FI) Vuoi vivere un’esperienza all’insegna del giallo? Yellow Legacy ti coinvolgerà nelle trame di un assassinio, chiedendoti di fare appello a tutte le tue capacità di investigazione per risolvere un inquietante mistero… Calato nei panni di un personaggio della storia, assieme ai tuoi compagni di squadra, avrai l’occasione di realizzare piccole scenette, raccogliere indizi, compiere sopralluoghi e perquisizioni, interrogare i testimoni e farti un’idea dell’accaduto…fino alla resa dei conti finale, quando dovrai presentare la tua versione dei fatti! Riuscirai a smascherare l’assassino? PROGRAMMA: 20 novembre Inizio gioco nel pomeriggio Cena (il gioco continua…) Pernottamento 21 novembre Ripresa del gioco dopo le colazioni Fine del gioco, soluzione e premiazione dei vincitori prima del pranzo Pranzo tutti assieme Prezzo: 165 euro (comprensivi di pernottamento, cena, colazione, pranzo e gioco – acqua e 0.5l vino inclusi) PER INFO Yellow Legacy Murder Party tel: 347 0633980 email: info@yellowlegacy.it PER PRENOTAZIONI Sole del Chianti Via Bonazza, 8 - Tavarnelle Val di Pesa (FI) tel: 055 8059512 email: info@soledelchianti.it A cura dell’associazione Yellow Legacy
Categoria: SpettacoloDove: Tavarelle Val di Pesa
Inserito da: yellowlegacy Contatto: andrea@yellowlegacy.it
 
Salvatore Giunta / Teresa Pollidori - Corrispondenze
Quando: Saturday 20 November 2010 - 17:30:00 Fino: Saturday 4 December 2010 - 21:00:00
Salvatore Giunta/Teresa Pollidori Corrispondenze testo di Ivana D'Agostino Sabato 20 novembre 2010 alle ore 17,30 presso Francoise Calcagno Art Studio, Campo del Ghetto Nuovo 2918 Venezia, si inaugura la doppia personale di Salvatore Giunta e Teresa Pollidori, Corrispondenze. L'esposizione rimarrà aperta fino al 4 dicembre, secondo il seguente orario: dal martedì al sabato dalle 14,00 alle 18,00. Salvatore Giunta e Teresa Pollidori presentano ciascuno, sei opere di formato quadrato che accostate come dittici dialogano in una specie di canto e controcanto. Un duetto tra fotografia ed incisione dove le linee, le emozioni, i contrasti cromatici del lavoro dell'uno trovano adeguata corrispondenza, e continuità, nell'operato dell'altra. Un risultato raffinato e cerebrale costituito di sinfonie di grigi, di stacchi netti tra chiari e scuri, di equilibri lineari all'improvviso dissonanti che rendono quasi impercettibile la soglia di passaggio tra le foto della Pollidori e le incisioni di Giunta. Corrispondenze L’amicizia, la stima e i valori condivisi, si sa, creano le basi imprescindibili per stabilire un comune sentire, nel nostro caso artistico, che è stato indispensabile a Salvatore Giunta e Teresa Pollidori per cimentarsi nella realizzazione di opere d’arte a quattro mani, appositamente pensate per questa mostra presso lo Studio Calcagno di Venezia. Una specie, il loro, di canto e controcanto tra fotografia ed incisione1: un duetto con immagini a confronto dove le linee, le emozioni, i contrasti cromatici del lavoro dell’uno trovano adeguata corrispondenza, e continuità, nell’operato dell’altra. Un risultato raffinato e cerebrale costituito di sinfonie di grigi, di stacchi netti tra chiari e scuri, di equilibri lineari all’improvviso dissonanti che rendono quasi impercettibile la soglia di passaggio tra le foto della Pollidori e le incisioni di Giunta. Le geometrie di interni e dei casamenti popolari di Corviale, quest’ultime scorciate e scandite dai ritmi verticali delle finestre sbarrate, fotografate dai sapienti bianco e nero della Pollidori – bellissimi anche i suoi precedenti reportages su questo quartiere-dormitorio romano –, stabiliscono con le incisioni di Salvatore Giunta, da sempre concepite analogamente nel restituire campi visivi misurati da equilibri eccentrici, un’efficacia visiva e concettuale di ponderata consapevolezza, costituita di ritmi e pause senza fratture nelle corrispondenze tra le incisioni, rigorosamente bianconere di calcolata astrazione di Salvatore Giunta, e le metafisiche architetture di Corviale di Teresa Pollidori. Belli sono questi dittici – ognuno degli artisti ha creato sei opere di formato quadrato che dialogano accostate a quelle dell’altro – concepiti con un rigore progettuale evidentemente meditato a lungo. D’altronde gli artisti in questione non sono nuovi alle operazioni di questo tipo affrontate dallo Studio Arte Fuori Centro di Roma che è aduso a questo genere di sfide. Lo spazio espositivo romano infatti, del quale non casualmente fanno parte sia Giunta che la Pollidori, con importanti eventi come In Tandem o la più recente mostra Segni di confine, ha realizzato in tal senso progetti di particolare efficacia, che proprio per tale caratteristica sono stati itineranti per l’Italia La difficoltà di realizzare mostre analoghe, basate sul confronto diretto e contiguo tra le opere di due artisti non è affatto di facile soluzione, dovendo loro impegnarsi nel realizzare un’opera che sia unica e al contempo coerente alla loro individuale ricerca concettuale ed espressiva. Ma la sfida consiste proprio in questo. E Teresa Pollidori e Salvatore Giunta l’hanno accettata e risolta benissimo. Ivana D’Agostino 1 Nel testo, per esigenze di semplificazione linguistica, le opere di Salvatore Giunta sono indicate come “incisioni”, nella realtà si tratta di “compressioni”, ovvero di tecniche miste su base calcografica.
Categoria: Arte, fotografia, pittura, sculturaDove: Venezia, Campo del Ghetto Nuovo 2918
Inserito da: françoise Contatto: info@calcagnoartstudio.com
 
Film Documentario " Il Fenomeno Bruno Groening "
Tutto il giorno: Sunday 21 November 2010 - 10:00:00
Film Documentario. Il Fenomeno Bruno Groening. Sulle tracce del "Guaritore miracooso" Testimonianze e immagini d'epoca. www.bruno-groening.-film.org
Categoria: Video e CinemaDove: Cinema Azzurro Scipioni, via degli Scipioni 82, Roma
Inserito da: BGFilm Contatto: paolatordoni@tiscali.it
 
Un Bosco di Fiabe
Quando: Sunday 21 November 2010 - 11:15:00 Fino: Sunday 21 November 2010 - 17:00:00
Alice con le favole si annoia proprio. Lei non è Alice nel paese delle meraviglie ma è una ragazzina di Roma, nata nei tempi moderni, e quando sua Nonna prova a leggerle le favole Alice si addormenta e inizia un lungo viaggio nel bosco incantato in cui incontra Cappuccetto Rosso, ma stinto perché ha sbagliato lavaggio, Il Principe Azzurro, ma triste perché voleva fare il ballerino di Broadway, Cenerentola che è gelosissima del suo principe e una Strega che s’arrabbia per… le sue amate verdure! Shrek è l’ospite di questo bosco che ci porta la morale: anche se i bambini sembrano annoiarsi, disobbedire, disinteressarsi in realtà ascoltano sempre; quindi: attenzione a quello che dite! In questo spettacolo troverete una prosa veloce e divertente, brani cantati in stile Broadway e spettacolari coreografie di Tip Tap, i bambini saranno coinvolti nella favola in varie occasioni e vivranno l’esperienza di un vero musical dal vivo.
Categoria: SpettacoloDove: Teatro delle Emozioni
Inserito da: teatro delle emozioni Contatto: prenotazioni@teatrodellemozioni.it
 
Miseria e Nobiltà
Quando: Thursday 25 November 2010 - 21:00:00 Fino: Sunday 5 December 2010 - 23:00:00
Uno spettacolo senza tempo. Un classico del teatro italiano e napoletano in particolare. 'Miseria e nobilta'', la celebre commedia di Eduardo Scarpetta nel lontano 1888, sara' in scena a Roma, dal 25 novembre al 5 dicembre, dal giovedi' alla domenica), al Teatro delle Emozioni nel riadattamento curato da Felice Sandro Leo che ne ha firmato anche la regia. A proporre la commedia e' la compagnia La Tana dell'Arte. 'Mattatore' della scena l'attore napoletano Salvatore Mazza, noto anche al pubblico del piccolo schermo, nei panni di Felice. La commedia racconta la storia di Felice, uno squattrinato popolano, che vive alla giornata facendo lo scrivano e condivide la casa con il figlio Peppino (Giordano Leo), la compagna Iolanda (Daniela Rosci), l'amico Checco (Lorenzo Tromboni), di professione fotografo ambulante, della moglie di lui, Adele (Gabriella Ghini), e della loro figlia Barbara (Annalisa Peruzzi). Cambia, rispetto alla versione originale, l'ambientazione: Roma sostituisce in tutto e per tutto la Napoli di Eduardo. Cosi', al posto del Teatro San Carlo, appare il Teatro dell'Opera, e il romano rimpiazza, battuta dopo battuta, il napoletano. Adattamento perfetto anche per il resto: basti pensare al fotografo Salvatore che, in questa versione della commedia, si chiama Checco, caratteristico nome trasteverino. Al centro della vicenda, insieme alla fame, la miseria: Felice e Checco, a causa di lavori ormai sempre meno richiesti, conducono una vita impossibile tra inerzia e malumori e sono costretti a occupare le loro giornate impiegando qualche misero abito o qualche capo di biancheria, avanzato dal corredo o dal vecchio guardaroba.
Categoria: SpettacoloDove: Teatro delle Emozioni
Inserito da: teatro delle emozioni Contatto: prenotazioni@teatrodellemozioni.it
 
STOMP Puro Ritmo Urbano
Quando: Friday 26 November 2010 - 21:00:00 Fino: Sunday 28 November 2010 - 19:00:00
Tutto pronto per l'arrivo degli Stomp Venerdì 26, sabato 27 (h.21) e domenica 28 (h.17) alla Fenice la compagnia che ha entusiasmato le platee di tutto il mondo INFO E PRENOTAZIONI: 335.1776042 - info@fenicesenigallia.it http://www.youtube.com/watch?v=Ha_K11LNl08 www.fenicesenigallia.it www.stomponline.com "Pura magia da palcoscenico, ballerete sulle vostre poltrone!”, ha scritto il “Sunday Telegraph”. “Brillante e molto divertente: il teatro al massimo della sua seduzione”, commenta il “New York Times”. Sono solo alcune delle recensioni scrite su "Stomp", il travolgente spettacolo applaudito in tutto il mondo che sarà a Senigallia, al Teatro La Fenice, i prossimi venerdì 26, sabato 27 e domenica 28 novembre 2010. Venerdì e sabato spettacolo alle ore 21, domenica alle ore 17. Creato e diretto da Luke Cresswell e Steve McNicholas, “Stomp” è la combinazione unica di percussioni, movimento e teatro visuale. Senza trama, personaggi né parole, “Stomp” porta in scena il suono del nostro tempo, i rumori e le sonorità della civiltà urbana contemporanea. È circo, rito tribale, cultura pop a cui abbandonarsi. Un gruppo di straordinari performer, acrobati, ballerini, si ritrova in scena interagendo e creando un dinamismo sorprendente attraverso percussioni “improvvisate”. Oggetti comuni come una semplice scopa si trasformano in strumenti, battiti di mani in una conversazione, bidoni della spazzatura in percussioni; il disordine della vita urbana diventa fonte di stupore e ritmo contagioso. Tutto suona: bidoni della spazzatura, pneumatici, lavandini, scope, spazzoloni. Basta un tocco di ironia, la bravura dei performer in scena, acrobati ballerini, la loro contagiosa vitalità. "Stomp" Nata a Brighton nel 1991, l'esperienza di “Stomp” continua a coinvolgere le platee di tutto il mondo e ha catturato il pubblico di Parigi per 43 settimane consecutive. Oggi le compagnie che girano il mondo ufficialmente con questo spettacolo sono tre. “Stomp” ha inoltre vinto un Premio Laurence Olivier per la Migliore Coreografia ed è stato nominato per un Premio Laurence Olivier per il Miglior Spettacolo. ORARI BIGLIETTERIA Teatro La Fenice VENERDI’ SABATO e DOMENICA dalle ore 17 alle ore 20. Il giorno prima dello spettacolo dalle ore 17 alle 20. Il giorno dello spettacolo dalle ore 17 per gli spettacoli serali e dalle ore 14 per gli spettacoli pomeridiani. PREZZI STAGIONE TEATRALE 1° settore Intero euro 25 Ridotto età euro 20 (< 25 anni > 65) Carnet intera stagione euro 126 - RIDOTTO SOCIO COOP euro 105 Carnet 4 spettacoli euro 80 - RIDOTTO SOCIO COOP euro 72 Carnet 3 spettacoli euro 66 - RIDOTTO SOCIO COOP euro 60 2° settore Intero euro 20 Ridotto età euro 15 (< 25 anni > 65) Ridotto età euro 10 (< 19 anni) Carnet intera stagione euro 105 - RIDOTTO SOCIO COOP euro 90 Carnet 4 spettacoli euro 64 - RIDOTTO SOCIO COOP euro 58 Carnet 3 spettacoli euro 51 - RIDOTTO SOCIO COOP euro 46 3° settore Prezzo unico euro 15 Ridotto età euro 10 (< 19 anni)
Categoria: MusicaDove: Teatro La Fenice - Senigallia
Inserito da: emanuelebelfiore Contatto: info@fenicesenigallia.it
 
Miseria e Nobiltà
Quando: Friday 26 November 2010 - 21:00:00 Fino: Sunday 5 December 2010 - 23:00:00
'Miseria e nobilita' in scena a Roma dal 25 novembreTeatro: 'Miseria e nobilita' in scena a Roma dal 25 novembre Uno spettacolo senza tempo. Un classico del teatro italiano e napoletano in particolare. 'Miseria e nobilta'', la celebre commedia di Eduardo Scarpetta nel lontano 1888, sara' in scena a Roma, dal 25 novembre al 5 dicembre, dal giovedi' alla domenica), al Teatro delle Emozioni nel riadattamento curato da Felice Sandro Leo che ne ha firmato anche la regia. A proporre la commedia e' la compagnia La Tana dell'Arte. 'Mattatore' della scena l'attore napoletano Salvatore Mazza, noto anche al pubblico del piccolo schermo, nei panni di Felice. La commedia racconta la storia di Felice, uno squattrinato popolano, che vive alla giornata facendo lo scrivano e condivide la casa con il figlio Peppino (Giordano Leo), la compagna Iolanda (Daniela Rosci), l'amico Checco (Lorenzo Tromboni), di professione fotografo ambulante, della moglie di lui, Adele (Gabriella Ghini), e della loro figlia Barbara (Annalisa Peruzzi). Cambia, rispetto alla versione originale, l'ambientazione: Roma sostituisce in tutto e per tutto la Napoli di Eduardo. Cosi', al posto del Teatro San Carlo, appare il Teatro dell'Opera, e il romano rimpiazza, battuta dopo battuta, il napoletano. Adattamento perfetto anche per il resto: basti pensare al fotografo Salvatore che, in questa versione della commedia, si chiama Checco, caratteristico nome trasteverino. Al centro della vicenda, insieme alla fame, la miseria: Felice e Checco, a causa di lavori ormai sempre meno richiesti, conducono una vita impossibile tra inerzia e malumori e sono costretti a occupare le loro giornate impiegando qualche misero abito o qualche capo di biancheria, avanzato dal corredo o dal vecchio guardaroba.
Categoria: SpettacoloDove: Teatro delle Emozioni
Inserito da: teatro delle emozioni Contatto: prenotazioni@teatrodellemozioni.it
 
concorso internazionale di danza TRIPUDIUM BALLET
Tutto il giorno: Saturday 27 November 2010 - 0:00:00
TRIPUDIUM BALLET Concorso Internazionale di Danza Milano Danza Expo – Fiera di Novegro 27 e 28 Novembre 2010 Finalmente a Milano, il più importante e prestigioso concorso di danza dedicato a gruppi, scuole, coppie e solisti. Categorie in gara danza classica, moderna, contemporanea ed hip hop. Un’incredibile giuria, composta per ogni specialità, valuterà le esibizioni. Presidente di giuria Giuseppe Carbone; in commissione Bruno Vescovo, Marisa Caprara, Marco Pelle, Iride Sauri, Ludmill Cakalli, Mauro Astolfi, Loris Petrillo, Susanna Beltrami, Andrè De La Roche, Valentina Marini, Dmitri Chabardin, Domenico Ausilio, Kris, Daniele Baldi, Pietro Froiio, Gus Bembery. Premi in denaro per le esibizioni classificate ed ambite borse di studio per i ballerini meritevoli. informazioni:info@tripudiumballet.it – 345.8183535
Categoria: Teatro e DanzaDove: Parco Esposizioni di Novegro- MIlano
Inserito da: TRIPUDIUMBALLET Contatto: info@tripudiumballet.it
 
“Il mistero della mano destra”, un libro di Alfredo Salvi
Quando: Saturday 27 November 2010 - 17:30:00
“Il mistero della mano destra”, un libro di Alfredo Salvi Luino, Palazzo Verbania 27 novembre 2010 ore 17.30 Francesco Salvi, nella sua Luino, presenta il libro scritto dal fratello Alfredo e dedicato ai genitori. Al suo fianco, Francesco Pellicini e Matteo Inzaghi per un pomeriggio da non perdere. Presenta il Consigliere Comunale Delegato alla Comunicazione Alessandro Franzetti. Breve riassunto Un avvocato, il suo assistente e un ispettore "sui generis" alle prese con un agghiacciante mistero che li metterà a dura prova. Si scontreranno con tragici eventi che sconvolgeranno quella cittadina accovacciata sulla sponda sinistra di un lago, trasformandola lentamente nella "Perla insanguinata" del Lago Maggiore. Un giallo scorrevole, ironico, coinvolgente, ambientato in una Luino non ben definita nel tempo, dove ricordi e immagini di un passato mai dimenticato donano al racconto un fascino particolare, fresco, originale Autore: Alfredo Salvi Titolo: IL MISTERO DELLA MANO DESTRA Sottotitolo: ...in una Luino non ben definita, sospesa nel tempo, fu rinvenuto un cadavere...ben definito. Pagine: 224 Formato: 14 cm x 21 cm Tipo di carta: Collana: Fuori Collana Lingua: Italiano Prezzo di cop: € 18,00 Argomento: Romanzo AUTORE Alfredo Salvi nato il 13.4.1951, a Luino di venerdì ore 17.30 Fratello maggiore del Fratellone Francesco nato il 7.2.1953 sempre a Luino, stessa madre, identico ospedale , orario differente. Sposato con Paola Nora, ha un figlio, Marco di 26 anni che disegna benissimo, dono trasmesso dalla mamma e matite acquistate dal padre. Laureato in Psicologia all'Università di Padova, lavora, attualmente come psicologo e psicoterapeuta clinico dell' età evolutiva presso il Servizio di Neuropsichiatria Infantile di Besozzo ( Azienda Ospedaliera Ospedale Del Ponte di Varese ). E' alla sua prima pubblicazione, anche se ha già scritto un' altra opera, in attesa d' essere pubblicata,un romanzo storico dal titolo " Fino a Dogali ". Il racconto de: " Il mistero della mano destra " è un giallo che l' autore ha voluto dedicare ai propri genitori, alle persone care di un tempo andato e a una Luino calva senza i platani centenari. MACCHIONE EDITORE Sede operativa: Via U. Merini, 14 – 21100 Varese – Tel. e Fax 0332.232.387 e-mail: editore@macchione.it – http://www.macchione.it
Categoria: culturaDove: Luino, Palazzo Verbania, via Dante 6
Inserito da: studiodore Contatto: dore.studio@gmail.com
 
Miseria e Nobiltà
Quando: Saturday 27 November 2010 - 21:00:00
'Miseria e nobilita' in scena a Roma dal 25 novembreTeatro: 'Miseria e nobilita' in scena a Roma dal 25 novembre Uno spettacolo senza tempo. Un classico del teatro italiano e napoletano in particolare. 'Miseria e nobilta'', la celebre commedia di Eduardo Scarpetta nel lontano 1888, sara' in scena a Roma, dal 25 novembre al 5 dicembre, dal giovedi' alla domenica), al Teatro delle Emozioni nel riadattamento curato da Felice Sandro Leo che ne ha firmato anche la regia. A proporre la commedia e' la compagnia La Tana dell'Arte. 'Mattatore' della scena l'attore napoletano Salvatore Mazza, noto anche al pubblico del piccolo schermo, nei panni di Felice. La commedia racconta la storia di Felice, uno squattrinato popolano, che vive alla giornata facendo lo scrivano e condivide la casa con il figlio Peppino (Giordano Leo), la compagna Iolanda (Daniela Rosci), l'amico Checco (Lorenzo Tromboni), di professione fotografo ambulante, della moglie di lui, Adele (Gabriella Ghini), e della loro figlia Barbara (Annalisa Peruzzi). Cambia, rispetto alla versione originale, l'ambientazione: Roma sostituisce in tutto e per tutto la Napoli di Eduardo. Cosi', al posto del Teatro San Carlo, appare il Teatro dell'Opera, e il romano rimpiazza, battuta dopo battuta, il napoletano. Adattamento perfetto anche per il resto: basti pensare al fotografo Salvatore che, in questa versione della commedia, si chiama Checco, caratteristico nome trasteverino. Al centro della vicenda, insieme alla fame, la miseria: Felice e Checco, a causa di lavori ormai sempre meno richiesti, conducono una vita impossibile tra inerzia e malumori e sono costretti a occupare le loro giornate impiegando qualche misero abito o qualche capo di biancheria, avanzato dal corredo o dal vecchio guardaroba.
Categoria: SpettacoloDove: Teatro delle Emozioni Roma
Inserito da: teatro delle emozioni Contatto: prenotazioni@teatrodellemozioni.it
 
Miseria e nobiltà
Quando: Sunday 28 November 2010 - 18:30:00
'Miseria e nobilita' in scena a Roma dal 25 novembreTeatro: 'Miseria e nobilita' in scena a Roma dal 25 novembre Uno spettacolo senza tempo. Un classico del teatro italiano e napoletano in particolare. 'Miseria e nobilta'', la celebre commedia di Eduardo Scarpetta nel lontano 1888, sara' in scena a Roma, dal 25 novembre al 5 dicembre, dal giovedi' alla domenica), al Teatro delle Emozioni nel riadattamento curato da Felice Sandro Leo che ne ha firmato anche la regia. A proporre la commedia e' la compagnia La Tana dell'Arte. 'Mattatore' della scena l'attore napoletano Salvatore Mazza, noto anche al pubblico del piccolo schermo, nei panni di Felice. La commedia racconta la storia di Felice, uno squattrinato popolano, che vive alla giornata facendo lo scrivano e condivide la casa con il figlio Peppino (Giordano Leo), la compagna Iolanda (Daniela Rosci), l'amico Checco (Lorenzo Tromboni), di professione fotografo ambulante, della moglie di lui, Adele (Gabriella Ghini), e della loro figlia Barbara (Annalisa Peruzzi). Cambia, rispetto alla versione originale, l'ambientazione: Roma sostituisce in tutto e per tutto la Napoli di Eduardo. Cosi', al posto del Teatro San Carlo, appare il Teatro dell'Opera, e il romano rimpiazza, battuta dopo battuta, il napoletano. Adattamento perfetto anche per il resto: basti pensare al fotografo Salvatore che, in questa versione della commedia, si chiama Checco, caratteristico nome trasteverino. Al centro della vicenda, insieme alla fame, la miseria: Felice e Checco, a causa di lavori ormai sempre meno richiesti, conducono una vita impossibile tra inerzia e malumori e sono costretti a occupare le loro giornate impiegando qualche misero abito o qualche capo di biancheria, avanzato dal corredo o dal vecchio guardaroba.
Categoria: SpettacoloDove: Teatro delle Emozioni Roma
Inserito da: teatro delle emozioni Contatto: prenotazioni@teatrodellemozioni.it
 
Seminario Estill Voicecraft per cantanti, insegnanti di canto, attori,doppiatori, logopedisti
Tutto il giorno: Friday 4 November 2010 - 0:00:00
ACCADEMIA DELLA VOCE in collaborazione con CENTRO STUDI ESTILL presenta: Corsi Ufficiali Estill International SEMINARIO ESTILL VOICECRAFT Livello 1 + 2 articolato nei seguenti appuntamenti a Milano: 4/5/6 novembre 2011 e 3 e 4 dicembre 2011 Ven: ore 19.00-21.00; Sab e Dom: ore 10.00-18.00 Insegnante: ELISA TURLA’ Certified Course Instructor with Testing Privileges and Service Distinction Unico seminario a Milano Al costo straordinario di 230 euro (prezzo comprensivo di materiale didattico ufficiale) I Corsi sono rivolti a tutti coloro che a vario titolo facciano uso della voce: insegnanti, attori, direttori di coro, cabarettisti, animatori, doppiatori,logopedisti, speakers, cantanti di ogni genere musicale ecc. Con questo metodo è possibile acquisire un eccellente controllo nell’utilizzo di numerosissimi timbri vocali differenti Per partecipare non è necessario aver frequentato nessun corso precedente. Si rilascia un attestato di partecipazione. Dopo aver frequentato il Seminario sarà possibile partecipare alle lezioni di allenamento e approfondimento del metodo c/o la sede dell'Accademia della Voce a Milano. Per prenotarsi è necessario lasciare nome, cognome e numero telefonico ed effettuare il pagamento anticipato dell'intera cifra. Prenotazioni fino ad esaurimento posti. Estill VoiceCraft E.V.T. con Figure Obbligatorie è il risultato di oltre venticinque anni di studi condotti dalla ricercatrice, cantante e insegnante americana Jo Estill. Si tratta di una tecnica vocale che prescinde da qualsiasi valutazione estetica o stilistica. Tutti i generi, dall’Opera al Musical, dal Jazz al Pop-Rock possono essere accessibili esperimentabili in egual modo. Estill VoiceCraft E.V.T. promuove la conoscenza della fisiologia per giungere ad un controllo cosciente del lavoro muscolare connesso all’emissione sonora, sviluppando così una vera padronanza e sicurezza nell'espressione di tutte le qualità vocali. Con questo metodo è quindi possibile acquisire un eccellente controllo nell’utilizzo di numerosissimi timbri vocali differenti Jo Estill suddivide l’approccio allo studio dell’emissione sonora in tre livelli: 1.controllo indipendente delle parti fondamentali del meccanismo vocale; 2.le qualità fondamentali della voce: problemi, soluzioni, vantaggi e rischi di ciascuna; 3. gestione indipendente di ciascuna struttura: tutte le loro possibili combinazioni, individuazione delle molteplici qualità vocali, loro gestione e riproduzione. Per info e prenotazioni: Accademia della Voce V.le Affori,12 -Milano Tel. 0266222034 info@accademiavoce.it Sede del seminario: AUDITORIUM Via S.Arnaldo,17 Bruzzano -Milano a 5 m in macchina dall'Accademia delle Voce o 2 fermate della 70. Alberghi di appoggio: Bed and breakfast Il Ginko Via Bellerio,14 20161 Milano Tel.02 66202978/348 5149201 Hotel La Residenza Via Scialoia,3 20161 Milano Tel. 02 66223185/02 66227252 Per ottenere le convenzioni, fare riferimento all’Accademia della Voce all’atto della prenotazione della camera.
Categoria: MusicaDove: Milano
Inserito da: Cleo Contatto: info@accademiavoce.it
 
XII Festival Internazionale “Donne ch’avete intelletto di … suono” - BOLOGNA
Quando: Friday 18 November 2010 - 21:00:00 Fino: Friday 18 November 2010 - 23:00:00
XII Festival Internazionale “Donne ch’avete intelletto di … suono” A dieci anni di distanza... Presentazione di Maria Chiara Mazzi Ursula Schaa, violino - Elena Giardini, violoncello - Anna Marin,pianoforte Musiche di: Mendelssohn-Hensel, Chaminade BIGLIETTERIA: Intero € 10 - Ridotto € 5 (Studenti di ogni ordine e grado senza limiti di età, Over 65 anni, Soci Coop)- Omaggio (Bambini sino a 14 anni)
Categoria: MusicaDove: Oratorio di San Rocco, Via Calari 4/2 - Bologna
Inserito da: amicidiboccherini Contatto: segretario@amicidiboccherini.it
 
La palla al piede - Commedia di Georges Feydeau
Quando: Tuesday 22 November 2010 - 21:00:00 Fino: Sunday 27 November 2010 - 23:00:00
Comunicato Stampa - Ottobre 2011 Come affermava Oscar Wilde “l’uomo colto è colui che sa trovare un significato bello alle cose belle”. In un mondo sempre più globalizzato, è importante alimentare il sapere, smuovere la collettività, sviluppare una rete di rapporti e combattere gli individualismi. Per fare questo, da dieci anni l’Associazione culturale Scacciapensieri, in prima istanza, con l’attività teatrale e, successivamente, aprendosi anche al cinema ed alle arti visive, punta alla valorizzazione culturale, alla socializzazione ed al bene comune per il prossimo. Con la recente istituzione di una bottega di arti sceniche, con l’ausilio di professionisti del settore, la mission è quella di creare una ramificazione territoriale. L’intento è quello di portare i nuovi soci e, coloro che si avvicineranno al collettivo, in un viaggio attraverso tutti quei mestieri ed i trucchi dello spettacolo con seminari specialistici ed intensivi. Un altro obiettivo importante è la realizzazione di cooperazioni tra le diverse attività associative così da creare un intreccio più forte e dei proficui scambi in ambito municipale e nazionale. Il bene comune è , infine, uno dei più importanti scopi in cui l’associazione crede. La formazione, infatti è anche molto sensibile ad attività di volontariato nei confronti di coloro che sono più bisognosi. Lo slogan centrale è infatti: Dona un sorriso! Scaccia i pensieri di oggi e di ieri. Invitiamo coloro che sono interessati a visitare il sito del gruppo all’indirizzo: www.associazioneculturalescacciapensieri.it e ad affluire numerosi come pubblico alla nuova produzione teatrale che andrà in scena presso il teatro S. Genesio dal 22 al 27 novembre prossimo venturo.
Categoria: Teatro e DanzaDove: Teatro San Genesio Via Podgora 1 - Roma Prati
Inserito da: dompao Contatto: domenico.paoletti@tiscali.it
 
XII Festival Internazionale “Donne ch’avete intelletto di … suono” - BOLOGNA
Quando: Friday 25 November 2010 - 21:00:00 Fino: Friday 25 November 2010 - 23:00:00
XII Festival Internazionale “Donne ch’avete intelletto di … suono” Marianna von Martines: una compositrice al tempo di Haydn. Angelo Bonazzoli, sopranista - Willem Peerik, clavicembalo. Maria Chiara Mazzi, critico musicale. BIGLIETTERIA: Intero € 10 - Ridotto € 5 (Studenti di ogni ordine e grado senza limiti di età, Over 65 anni, Soci Coop)- Omaggio (Bambini sino a 14 anni)
Categoria: MusicaDove: Oratorio di San Rocco, Via Calari 4/2 - BOLOGNA
Inserito da: amicidiboccherini Contatto: segretario@amicidiboccherini.it
 
8^ MOSTRA MERCATO PRESEPI DAL MONDO
Tutto il giorno: Sunday 17 November 2010 - 9:00:00
Giunta ormai alla ottava edizione, la Mostra Mercato dei Presepi dal Mondo è da considerarsi a buon diritto un appuntamento tradizionale e immancabile nel percorso che ci avvicina alle festività natalizie. l’Associazione Onlus l’Aquilone di Farigliano (CN) vi invita dal 17 novembre al 6 gennaio presso la sede in Via Torino 4 a visitare, ammirare e acquisire, dietro contributo minimo, natività provenienti da ogni parte del mondo (India, Brasile, Tanzania, Ungheria, USA, etc. etc) , presepi della tradizione locale, opere d’autore e sacre rappresentazioni artigianali di ogni dimensione e realizzati con i materiali più disparati. Accanto alla mostra-mercato l’Aquilone metterà a disposizione uno spazio riservato alla “Mostra dei Presepi d’Autore” dedicato ai presepi artigianali realizzati da tutti coloro che vorranno partecipare all’iniziativa con la loro personale “opera”. Potrete visitare anche il negozio di artigianato pronto ad offrire oggetti originali provenienti dal Brasile e idee regalo realizzate con la tecnica del decoupage su legno, carta e latta. Non può mancare la Menina di Natale, fiore all’occhiello delle volontarie per la pazienza e la dedizione che occorre nell’assemblare questa bambola, mix meraviglioso di bellezza e utilità, nata dall’originale idea di utilizzare due candidi asciugamani ospiti a formane il corpo, un canovaccio da cucina ricamato per volto e vestito e un’utile presina per il cappellino conico. Si confezionano, inoltre, su ordinazione, cestini regalo di ogni dimensione ricolmi di prodotti alimentari biologici e del commercio equo-solidale: una scelta alternativa per lo scopo benefico a cui è destinata ma in grado di soddisfare per qualità e originalità ogni desiderio. Tutti gli oggetti sono disponibili nei quantitativi desiderati dietro previa ordinazione purché compatibile, nei tempi, con la realizzazione artigianale del prodotto e sono perfetti come cadeaux natalizi per aziende, ditte e associazioni. La Mostra resterà aperta con il seguente orario: 17/23/24 novembre, 30 novembre e 1 dicembre con orario 9/12; 15/19 e dall' 8 dicembre al 6 gennaio 2014: feriali 15/19 festivi e prefestivi 8/12 - 15/19. Per informazioni visitate il nostro sito, www.aquilonefarigliano.org.
Categoria: culturaDove: FARIGLIANO VIA TORINO 4
Inserito da: aquilone Contatto: info@aquilonefarigliano.org
 
Yes We Ten 2014
Quando: Saturday 15 November 2010 - 0:00:00
YESWETEN 2014 – nuovo bando online! Torna YesWeTen, concorso per cortometraggi di dieci secondi, giunto alla quarta edizione. Quest’anno le categorie saranno tre: - YesWe10: cortometraggi di 10 secondi - YesWe20: cortometraggi di 20 secondi - YesWe30: cortometraggi di 30 secondi Il bando scade domenica 26 ottobre 2014 e la giuria selezionerà le 10 opere finaliste per ogni categoria tra tutte quelle pervenute e assegnerà i tre premi principali oltre alle menzioni dei cortometraggi meritevoli (idea, tecnica, “l’avrei voluto fare io”). Per partecipare basta leggere il regolamento, compilare il form e inviare il cortometraggio a video@yesweten.net (come allegato, Dropbox, WeTransfer, ecc…). Il premio ai vincitori di ogni categoria è di 300 euro. La premiazione avverrà il 15 novembre 2014 presso la Sala polivalente ‘Bruno Casini’ (ex-polveriera, incrocio Via Diaz-Via Roma) a Scandiano (Reggio Emilia). REGOLAMENTO 1. il concorso è aperto a tutti e l’iscrizione è gratuita 2. verranno accettati solo video della durata di 10, 20, 30 secondi (a seconda della categoria di partecipazione) da nero a nero (esempio: titoli / nero / video / nero / titoli) 3. le opere in lingua straniera devono essere comprensive di sottotitoli italiani 4. nessun tema o genere di riferimento (sono accettati anche corti di animazione), nessun elemento obbligatorio deve essere presente nell’opera 5. accettati tutti i formati e tutte le risoluzioni (consigliati: mp4, mov, avi, mpeg e la risoluzione più alta possibile che varia dal mezzo di ripresa) 6. i cortometraggi possono essere inviati - via mail (come allegato o tramite link dal quale scaricarlo) a video@yesweten.net con oggetto della mail ‘nome-cognome-titolo dell’opera’ - via Dropbox - via WeTransfer 7. sono accettate anche opere che hanno partecipato a festival e concorsi precedenti 8. ogni partecipante può iscrivere al massimo 2 opere per categoria (quindi al massimo 6 totali) 9. ogni opera deve essere presentata previa compilazione dell’entry form 10. ogni autore è responsabile dei contenuti dell’opera presentata e della diffusione di musica protetta da copyright (si consiglia l’uso di musica originale o creative commons) 11. i partecipanti al concorso, con l’iscrizione, autorizzano l’organizzazione del festival a utilizzare i propri dati per comunicazioni collegate al festival 12. tutte le opere pervenute saranno preselezionate dall’organizzazione del festival per verificarne l’idoneità 13. la giuria, nominata dagli organizzatori, valuterà i cortometraggi in concorso e assegnerà i premi ai vincitori delle categorie principali ed eventuali menzioni speciali 14. il responso della giuria è insindacabile 15. ai vincitori saranno accreditati i premi in denaro tramite bonifico bancario 16. l’organizzazione si riserva l’eventualità di modificare il presente bando per cause di forza maggiore o per il miglioramento dello stesso (le eventuali modifiche verranno, comunque, comunicate ai concorrenti tempestivamente su www.yesweten.net o sul profilo Facebook o comunicate via mail) 17. la partecipazione al concorso implica l’accettazione integrale del presente regolamento 18. per maggiori informazioni: video@yesweten.net Per maggiori info: http://www.yesweten.net
Categoria: Video e CinemaDove: Scandiano (Reggio Emilia)
Inserito da: Yes We Ten Contatto: info@yesweten.net
 

Prossimi 10 Eventi ...
Wednesday 1 December 2010 @ 0:00:00 ACCADEMIA VITTORIO ALFIERI Casella Postale n. 108 – Succursale 36 – 50135 Firenze d.masini@inwind.it – Telefono 055 697341 / 347 4464278 domenica 5 dicembre---- LE POESIE DEL DICEMBRE E DEL NATALE recital di poesie natalizie a cura dei poeti dell'Accademia Alfieri e con interventi musicali con canti della tradizione antica e moderna a cura di MASSIMO PINZUTI per partecipare contattare d.masini@inwind. 31 dicembre 2010 GRAN VEGLIONE DI FINE ANNO I poeti dell’Accademia Alfieri festeggiano insieme il nuovo anno al Ristorante IL TORRINO - Lungarno Santa Rosa ( zona Oltrarno - San Frediano ) – Firenze animazione giochi cadeaux musica dal vivo CON MASSIMO PINZUTI costo 50€ tutto compreso prenotazione obbligatoria entro 30 novembre con anticipo telefonare per informazioni e per visionare il menù a Tiziana Curti 3395904072 dalle ore 19 alle 21
Thursday 2 December 2010 @ 21:00:00 'Miseria e nobilita' in scena a Roma dal 25 novembreTeatro: 'Miseria e nobilita' in scena a Roma dal 25 novembre Uno spettacolo senza tempo. Un classico del teatro italiano e napoletano in particolare. 'Miseria e nobilta'', la celebre commedia di Eduardo Scarpetta nel lontano 1888, sara' in scena a Roma, dal 25 novembre al 5 dicembre, dal giovedi' alla domenica), al Teatro delle Emozioni nel riadattamento curato da Felice Sandro Leo che ne ha firmato anche la regia. A proporre la commedia e' la compagnia La Tana dell'Arte. 'Mattatore' della scena l'attore napoletano Salvatore Mazza, noto anche al pubblico del piccolo schermo, nei panni di Felice. La commedia racconta la storia di Felice, uno squattrinato popolano, che vive alla giornata facendo lo scrivano e condivide la casa con il figlio Peppino (Giordano Leo), la compagna Iolanda (Daniela Rosci), l'amico Checco (Lorenzo Tromboni), di professione fotografo ambulante, della moglie di lui, Adele (Gabriella Ghini), e della loro figlia Barbara (Annalisa Peruzzi). Cambia, rispetto alla versione originale, l'ambientazione: Roma sostituisce in tutto e per tutto la Napoli di Eduardo. Cosi', al posto del Teatro San Carlo, appare il Teatro dell'Opera, e il romano rimpiazza, battuta dopo battuta, il napoletano. Adattamento perfetto anche per il resto: basti pensare al fotografo Salvatore che, in questa versione della commedia, si chiama Checco, caratteristico nome trasteverino. Al centro della vicenda, insieme alla fame, la miseria: Felice e Checco, a causa di lavori ormai sempre meno richiesti, conducono una vita impossibile tra inerzia e malumori e sono costretti a occupare le loro giornate impiegando qualche misero abito o qualche capo di biancheria, avanzato dal corredo o dal vecchio guardaroba.
Friday 3 December 2010 @ 21:00:00 'Miseria e nobilita' in scena a Roma dal 25 novembreTeatro: 'Miseria e nobilita' in scena a Roma dal 25 novembre Uno spettacolo senza tempo. Un classico del teatro italiano e napoletano in particolare. 'Miseria e nobilta'', la celebre commedia di Eduardo Scarpetta nel lontano 1888, sara' in scena a Roma, dal 25 novembre al 5 dicembre, dal giovedi' alla domenica), al Teatro delle Emozioni nel riadattamento curato da Felice Sandro Leo che ne ha firmato anche la regia. A proporre la commedia e' la compagnia La Tana dell'Arte. 'Mattatore' della scena l'attore napoletano Salvatore Mazza, noto anche al pubblico del piccolo schermo, nei panni di Felice. La commedia racconta la storia di Felice, uno squattrinato popolano, che vive alla giornata facendo lo scrivano e condivide la casa con il figlio Peppino (Giordano Leo), la compagna Iolanda (Daniela Rosci), l'amico Checco (Lorenzo Tromboni), di professione fotografo ambulante, della moglie di lui, Adele (Gabriella Ghini), e della loro figlia Barbara (Annalisa Peruzzi). Cambia, rispetto alla versione originale, l'ambientazione: Roma sostituisce in tutto e per tutto la Napoli di Eduardo. Cosi', al posto del Teatro San Carlo, appare il Teatro dell'Opera, e il romano rimpiazza, battuta dopo battuta, il napoletano. Adattamento perfetto anche per il resto: basti pensare al fotografo Salvatore che, in questa versione della commedia, si chiama Checco, caratteristico nome trasteverino. Al centro della vicenda, insieme alla fame, la miseria: Felice e Checco, a causa di lavori ormai sempre meno richiesti, conducono una vita impossibile tra inerzia e malumori e sono costretti a occupare le loro giornate impiegando qualche misero abito o qualche capo di biancheria, avanzato dal corredo o dal vecchio guardaroba.
Friday 3 December 2010 @ 22:30:00 LA BANDA GASTRICA & NOTIZIE DI PRATO presentano: POO(P)PARTY ...ceck®easy Venerdi 3 dicembre 2010 ...si ribarta issiddarta !! Dj set Stefano Nardi Dj set La Banda Gastrica Con la divertita (e inconsapevole) complicità del quotidiano on line Notizie Di Prato, la follia dei quattro mattatori dell'etere de La Banda Gastrica si unisce di nuovo a quella di uno dei dj storici degli anni 80 come Stefano Nardi. Una pista per ripercorrere tutti i successi della disco dance 70 80 90, l'altra per ripercorre il percorso a ritroso negli anni sul versante rock ska punk. E soprattutto tanti tantissimi pezzi ripescati fra i pezzi piu trash degli ultimi cent'anni. Un party pensato per divertirsi e far divertire in tutto e per tutto. Chi c'è già stato può dirlo a gran voce... gli altri hanno finalmente l'occasione di provare! INGRESSO SU PREVENDITA PER INFO E PREVENDITE: www.labandagastrica.it - www.notiziediprato.it TELEFONO GASTRICO 338.3496034 NOTIZIE DI PRATO DANIELA 338.7435000 Siddartha Via Traversa Pistoiese 83 - Prato
Saturday 4 December 2010 @ 0:00:00 WEEK END CON DELITTO 4 – 5 dicembre 2010 alla casa vacanze Borgo dei Corsi – Raggiolo (AR) Vuoi vivere un’esperienza all’insegna del giallo? Yellow Legacy ti coinvolgerà nelle trame di un assassinio, chiedendoti di fare appello a tutte le tue capacità di investigazione per risolvere un inquietante mistero… Calato nei panni di un personaggio della storia, assieme ai tuoi compagni di squadra, avrai l’occasione di realizzare piccole scenette, raccogliere indizi, compiere sopralluoghi e perquisizioni, interrogare i testimoni e farti un’idea dell’accaduto…fino alla resa dei conti finale, quando dovrai presentare la tua versione dei fatti! Riuscirai a smascherare l’assassino? PROGRAMMA: SABATO Inizio gioco nel pomeriggio Cena (il gioco continua…) Pernottamento DOMENICA Ripresa del gioco dopo le colazioni Fine del gioco, soluzione e premiazione dei vincitori prima del pranzo Pranzo tutti assieme Prezzo: 160 euro (comprensivi di aperitivo, pernottamento, legna per il camino, piccolo omaggio di arrivederci, cena, colazione, pranzo e gioco – acqua e vino inclusi) PER INFO Yellow Legacy Murder Party tel: 347 0633980 email: info@yellowlegacy.it sito: www.yellowlegacy.it http://www.youtube.com/watch?v=vp5CvvK61wA PER PRENOTAZIONI Borgo dei Corsi La casa vacanze Borgo dei Corsi è un insieme di edifici, un albergo diffuso, costituito da vari appartamenti all'interno del caratteristico borgo di Raggiolo immerso nel verde dei boschi toscani in un ambiente montano (750 mt. s.l.m.) pressoché incontaminato posto alle pendici del Pratomagno nella valle del Casentino al centro di famose località storico-turistiche (La Verna, Camaldoli, Poppi, Arezzo, ecc) raggiungibili facilmente per strade che si rivelano esse stesse parte della bellezza del viaggio. P.zza San Michele, 3 - Ortignano Raggiolo (AR) tel: 0575 514428 - 347 5210114 - 348 5513882 email: info@borgodeicorsi.it sito: www.borgodeicorsi.it A cura dell’associazione Yellow Legacy
Saturday 4 December 2010 @ 17:30:00 Dal 4 dicembre 2010 al 28 febbraio 2011 il Museo del Presente di Rende ospiterà la mostra dell’artista rendese Achille Capizzano (1907-1951), su progetto e organizzazione dell’omonimo Centro per l’Arte e la Cultura “A. Capizzano”. La mostra, a cura dei critici d’arte Tonino Sicoli e Massimo Di Stefano, intende innanzitutto ricostruire e rivalutare la figura di Capizzano, esponendo esempi della sua produzione pubblica e di quella privata. Attraverso il confronto con opere di artisti a lui coevi (Carlo Carrà, Giorgio De Chirico, Gino Severini, Felice Casorati, Mario Mafai, Mario Sironi, Corrado Cagli, Franco Gentilini, Fausto Pirandello, Filippo De Pisis, Renato Guttuso, Carlo Levi, Emilio Greco, Pericle Fazzini, Umberto Mastroianni, ecc) la mostra getta anche una nuova luce sulla complessità dei fenomeni culturali vivi nel periodo fascista, che anche il rendese ha sperimentato, ma che proprio per questo legame la critica ideologizzata ha fin’ora condannato all’oblio. Da qui il titolo: “La prima metà del Novecento: da Sartorio al ritorno all’ordine. Achille Capizzano / arte pubblica e arte privata”. Il percorso espositivo, attraverso oltre cento opere in mostra, conduce il visitatore nel clima di generale fervore culturale che, tra slanci e contraddizioni, caratterizza l’arte che va dal terzo decennio del Novecento agli anni Cinquanta. La produzione artistica è sempre più lontana dalle stravaganze delle Avanguardie del primo e secondo decennio (Futurismo, Cubismo, Metafisica), e si caratterizza per un generale “ritorno all’ordine”, riproponendo la tradizione, il classicismo, la storia, il racconto e la celebrazione aulica. Non bisogna dimenticare che questi sono anche gli anni della costruzione della città fascista. In tale fibrillazione culturale si fanno strada espressioni artistiche a volte contraddittorie, che spingono da un lato verso lo stile magniloquente e statalista, dall’altro verso un’arte popolare e privata. Questo è il clima che Capizzano respira e assorbe quando nel ’23, vincitore di una borsa di studio, lascia la Calabria per Roma e si iscrive all’Accademia di Belle Arti poi, dove frequenta il corso di Decorazione. Qui, per merito di Paolo Paschetto suo maestro di Disegno e di Ferruccio Ferrazzi (in mostra) suo insegnante di Pittura Murale, impara a concepire il disegno in senso classico, come supporto dell’architettura, come strumento di preparazione e progettazione. E’ infatti come disegnatore che Capizzano inizia a partecipare alla costruzione della “nuova” Roma. A partire dal 1930, attraverso il sodalizio con l’architetto Luigi Moretti, partecipa ai lavori per il Foro Mussolini, oggi Foro Italico, fulcro del programma urbanistico proposto dal regime. L’incontro con quest’arte influenza tutta la sua pittura pubblica, concepita come un progetto architettonico, fatta di grandi spazi, impianti monumentali e prospettive allungate. Nel suo fare pittorico è come se la tradizione classica e le suggestioni della modernità trovassero un nuovo equilibrio. I primi lavori riguardano grandi cartoni preparatori per i mosaici della Sfera al Foro Mussolini. Nel ’36 esegue gli affreschi nell’Accademia di Scherma ed i mosaici per la Piazza Imperiale. Nel ’37 partecipa ai lavori per l’allora Viale dell’Impero (oggi Viale del Foro Italico) accanto ad artisti come Gino Severini (in mostra) e Giulio Grosso. Capizzano è autore di sette grandi cartoni sulla storia dell’Impero, che raffigurano temi classici, immagini mitologiche, in un racconto continuo tra la Roma antica e la Roma di Mussolini. Nel percorso espositivo è suggestivo imbattersi in un nucleo di disegni e bozzetti proprio di questi cartoni, che dimostrano come l’artista arrivasse all’immagine finale equilibrata e magniloquente attraverso lo studio e la progettazione architettonica di ogni elemento, relazionandolo poi con l’insieme. In questo tipo di rappresentazioni, Capizzano si dimostra artista semplice, intellettualmente libero, che dai diversi fenomeni stilistici si lascia incuriosire assumendone solo quegli aspetti che gli sembrano più utili alla sua missione di artista che vuole farsi capire dal popolo, realizzando un’arte nazionale, più che di “Stato”. Negli anni ’40 Capizzano è ormai artista affermato negli ambienti romani (partecipa a numerose esposizioni nazionali ed è nominato assistente e poi titolare della cattedra di Ornato del Liceo Artistico), ma mantiene comunque vivi i rapporti con la Calabria e con la sua Rende in particolare, esponendo presso il caffè Renzelli nel ’44 e realizzando la decorazione a tempera della cupola del Santuario di Maria Santissima di Costantinopoli, raffigurante la Vergine Maria in Gloria. Accanto al titanismo e monumentalismo delle opere pubbliche questa mostra propone anche il Capizzano “pittore di quadri”, delle opere private. E’ in queste produzioni che l’artista si abbandona alla dimensione intima delle sue emozioni e sensazioni, espresse con fare diretto, e bloccate su uno spazio pittorico di piccolo formato , perché il “quadro” è per Capizzano “espressione lirica, semplice, istantanea”. Non esiste più il progetto, il segno è veloce. I soggetti sono tratti dalla vita quotidiana, dalla memoria personale: nature morte, nudi, paesaggi, soggetti religiosi, ritratti della moglie e della figlia. Il 28 luglio 1951 una banale operazione stronca la vita di Capizzano, rimasto sempre uomo semplice ed artista dall’intelletto candido, la cui pittura ha oscillato costantemente fra il monumentale e l’intimistico. Nel 1954 a pochi anni dalla sua morte, gli viene dedicata una sala personale alla XXVII Biennale di Venenzia. Con questa mostra il Centro per l’Arte e la Cultura “A. Capizzano” – MAON pone il secondo tassello del suo più vasto progetto di ricostruzione dell’arte del ‘900, cofinanziato dal POR Calabria FESR 2007-2013. Essa si pone infatti in una linea di continuità ideologica e cronologica con la precedente mostra sul Futurismo (ospitata circa un anno fa nelle stesse sale del Museo del Presente) e con il futuro evento espositivo che riguarderà l’evoluzione dell’arte del secondo Novecento.
Saturday 4 December 2010 @ 17:30:00 Dal 4 dicembre 2010 al 28 febbraio 2011 il Museo del Presente di Rende ospiterà la mostra dell’artista rendese Achille Capizzano (1907-1951), su progetto e organizzazione dell’omonimo Centro per l’Arte e la Cultura “A. Capizzano”. La mostra, a cura dei critici d’arte Tonino Sicoli e Massimo Di Stefano, intende innanzitutto ricostruire e rivalutare la figura di Capizzano, esponendo esempi della sua produzione pubblica e di quella privata. Attraverso il confronto con opere di artisti a lui coevi (Carlo Carrà, Giorgio De Chirico, Gino Severini, Felice Casorati, Mario Mafai, Mario Sironi, Corrado Cagli, Franco Gentilini, Fausto Pirandello, Filippo De Pisis, Renato Guttuso, Carlo Levi, Emilio Greco, Pericle Fazzini, Umberto Mastroianni, ecc) la mostra getta anche una nuova luce sulla complessità dei fenomeni culturali vivi nel periodo fascista, che anche il rendese ha sperimentato, ma che proprio per questo legame la critica ideologizzata ha fin’ora condannato all’oblio. Da qui il titolo: “La prima metà del Novecento: da Sartorio al ritorno all’ordine. Achille Capizzano / arte pubblica e arte privata”. Il percorso espositivo, attraverso oltre cento opere in mostra, conduce il visitatore nel clima di generale fervore culturale che, tra slanci e contraddizioni, caratterizza l’arte che va dal terzo decennio del Novecento agli anni Cinquanta. La produzione artistica è sempre più lontana dalle stravaganze delle Avanguardie del primo e secondo decennio (Futurismo, Cubismo, Metafisica), e si caratterizza per un generale “ritorno all’ordine”, riproponendo la tradizione, il classicismo, la storia, il racconto e la celebrazione aulica. Non bisogna dimenticare che questi sono anche gli anni della costruzione della città fascista. In tale fibrillazione culturale si fanno strada espressioni artistiche a volte contraddittorie, che spingono da un lato verso lo stile magniloquente e statalista, dall’altro verso un’arte popolare e privata. Questo è il clima che Capizzano respira e assorbe quando nel ’23, vincitore di una borsa di studio, lascia la Calabria per Roma e si iscrive all’Accademia di Belle Arti poi, dove frequenta il corso di Decorazione. Qui, per merito di Paolo Paschetto suo maestro di Disegno e di Ferruccio Ferrazzi (in mostra) suo insegnante di Pittura Murale, impara a concepire il disegno in senso classico, come supporto dell’architettura, come strumento di preparazione e progettazione. E’ infatti come disegnatore che Capizzano inizia a partecipare alla costruzione della “nuova” Roma. A partire dal 1930, attraverso il sodalizio con l’architetto Luigi Moretti, partecipa ai lavori per il Foro Mussolini, oggi Foro Italico, fulcro del programma urbanistico proposto dal regime. L’incontro con quest’arte influenza tutta la sua pittura pubblica, concepita come un progetto architettonico, fatta di grandi spazi, impianti monumentali e prospettive allungate. Nel suo fare pittorico è come se la tradizione classica e le suggestioni della modernità trovassero un nuovo equilibrio. I primi lavori riguardano grandi cartoni preparatori per i mosaici della Sfera al Foro Mussolini. Nel ’36 esegue gli affreschi nell’Accademia di Scherma ed i mosaici per la Piazza Imperiale. Nel ’37 partecipa ai lavori per l’allora Viale dell’Impero (oggi Viale del Foro Italico) accanto ad artisti come Gino Severini (in mostra) e Giulio Grosso. Capizzano è autore di sette grandi cartoni sulla storia dell’Impero, che raffigurano temi classici, immagini mitologiche, in un racconto continuo tra la Roma antica e la Roma di Mussolini. Nel percorso espositivo è suggestivo imbattersi in un nucleo di disegni e bozzetti proprio di questi cartoni, che dimostrano come l’artista arrivasse all’immagine finale equilibrata e magniloquente attraverso lo studio e la progettazione architettonica di ogni elemento, relazionandolo poi con l’insieme. In questo tipo di rappresentazioni, Capizzano si dimostra artista semplice, intellettualmente libero, che dai diversi fenomeni stilistici si lascia incuriosire assumendone solo quegli aspetti che gli sembrano più utili alla sua missione di artista che vuole farsi capire dal popolo, realizzando un’arte nazionale, più che di “Stato”. Negli anni ’40 Capizzano è ormai artista affermato negli ambienti romani (partecipa a numerose esposizioni nazionali ed è nominato assistente e poi titolare della cattedra di Ornato del Liceo Artistico), ma mantiene comunque vivi i rapporti con la Calabria e con la sua Rende in particolare, esponendo presso il caffè Renzelli nel ’44 e realizzando la decorazione a tempera della cupola del Santuario di Maria Santissima di Costantinopoli, raffigurante la Vergine Maria in Gloria. Accanto al titanismo e monumentalismo delle opere pubbliche questa mostra propone anche il Capizzano “pittore di quadri”, delle opere private. E’ in queste produzioni che l’artista si abbandona alla dimensione intima delle sue emozioni e sensazioni, espresse con fare diretto, e bloccate su uno spazio pittorico di piccolo formato , perché il “quadro” è per Capizzano “espressione lirica, semplice, istantanea”. Non esiste più il progetto, il segno è veloce. I soggetti sono tratti dalla vita quotidiana, dalla memoria personale: nature morte, nudi, paesaggi, soggetti religiosi, ritratti della moglie e della figlia. Il 28 luglio 1951 una banale operazione stronca la vita di Capizzano, rimasto sempre uomo semplice ed artista dall’intelletto candido, la cui pittura ha oscillato costantemente fra il monumentale e l’intimistico. Nel 1954 a pochi anni dalla sua morte, gli viene dedicata una sala personale alla XXVII Biennale di Venenzia. Con questa mostra il Centro per l’Arte e la Cultura “A. Capizzano” – MAON pone il secondo tassello del suo più vasto progetto di ricostruzione dell’arte del ‘900, cofinanziato dal POR Calabria FESR 2007-2013. Essa si pone infatti in una linea di continuità ideologica e cronologica con la precedente mostra sul Futurismo (ospitata circa un anno fa nelle stesse sale del Museo del Presente) e con il futuro evento espositivo che riguarderà l’evoluzione dell’arte del secondo Novecento.
Saturday 4 December 2010 @ 21:00:00 'Miseria e nobilita' in scena a Roma dal 25 novembreTeatro: 'Miseria e nobilita' in scena a Roma dal 25 novembre Uno spettacolo senza tempo. Un classico del teatro italiano e napoletano in particolare. 'Miseria e nobilta'', la celebre commedia di Eduardo Scarpetta nel lontano 1888, sara' in scena a Roma, dal 25 novembre al 5 dicembre, dal giovedi' alla domenica), al Teatro delle Emozioni nel riadattamento curato da Felice Sandro Leo che ne ha firmato anche la regia. A proporre la commedia e' la compagnia La Tana dell'Arte. 'Mattatore' della scena l'attore napoletano Salvatore Mazza, noto anche al pubblico del piccolo schermo, nei panni di Felice. La commedia racconta la storia di Felice, uno squattrinato popolano, che vive alla giornata facendo lo scrivano e condivide la casa con il figlio Peppino (Giordano Leo), la compagna Iolanda (Daniela Rosci), l'amico Checco (Lorenzo Tromboni), di professione fotografo ambulante, della moglie di lui, Adele (Gabriella Ghini), e della loro figlia Barbara (Annalisa Peruzzi). Cambia, rispetto alla versione originale, l'ambientazione: Roma sostituisce in tutto e per tutto la Napoli di Eduardo. Cosi', al posto del Teatro San Carlo, appare il Teatro dell'Opera, e il romano rimpiazza, battuta dopo battuta, il napoletano. Adattamento perfetto anche per il resto: basti pensare al fotografo Salvatore che, in questa versione della commedia, si chiama Checco, caratteristico nome trasteverino. Al centro della vicenda, insieme alla fame, la miseria: Felice e Checco, a causa di lavori ormai sempre meno richiesti, conducono una vita impossibile tra inerzia e malumori e sono costretti a occupare le loro giornate impiegando qualche misero abito o qualche capo di biancheria, avanzato dal corredo o dal vecchio guardaroba.
Sunday 5 December 2010 @ 18:30:00 'Miseria e nobilita' in scena a Roma dal 25 novembreTeatro: 'Miseria e nobilita' in scena a Roma dal 25 novembre Uno spettacolo senza tempo. Un classico del teatro italiano e napoletano in particolare. 'Miseria e nobilta'', la celebre commedia di Eduardo Scarpetta nel lontano 1888, sara' in scena a Roma, dal 25 novembre al 5 dicembre, dal giovedi' alla domenica), al Teatro delle Emozioni nel riadattamento curato da Felice Sandro Leo che ne ha firmato anche la regia. A proporre la commedia e' la compagnia La Tana dell'Arte. 'Mattatore' della scena l'attore napoletano Salvatore Mazza, noto anche al pubblico del piccolo schermo, nei panni di Felice. La commedia racconta la storia di Felice, uno squattrinato popolano, che vive alla giornata facendo lo scrivano e condivide la casa con il figlio Peppino (Giordano Leo), la compagna Iolanda (Daniela Rosci), l'amico Checco (Lorenzo Tromboni), di professione fotografo ambulante, della moglie di lui, Adele (Gabriella Ghini), e della loro figlia Barbara (Annalisa Peruzzi). Cambia, rispetto alla versione originale, l'ambientazione: Roma sostituisce in tutto e per tutto la Napoli di Eduardo. Cosi', al posto del Teatro San Carlo, appare il Teatro dell'Opera, e il romano rimpiazza, battuta dopo battuta, il napoletano. Adattamento perfetto anche per il resto: basti pensare al fotografo Salvatore che, in questa versione della commedia, si chiama Checco, caratteristico nome trasteverino. Al centro della vicenda, insieme alla fame, la miseria: Felice e Checco, a causa di lavori ormai sempre meno richiesti, conducono una vita impossibile tra inerzia e malumori e sono costretti a occupare le loro giornate impiegando qualche misero abito o qualche capo di biancheria, avanzato dal corredo o dal vecchio guardaroba.
Tuesday 7 December 2010 @ 18:00:00 ARS MAIORA, associazione culturale senza fini di lucro con sede in milano, nasce nella primavera del 2010 con l’intento di rendere l’arte più facilmente accessibile, fruibile e comprensibile. www.arsmaiora.it In occasione della V BIENNALE INTERNAZIONALE D'ARTE DI FERRARA, ARS MAIORA presenterà otto dei suoi artisti, nonché i nuovi progetti per il 2011. Per Ars Maiora esporranno Tomaso Albertini , Ciro Paolo Belvedere, Marta Boccone, Gloria Giovanella, Daniela Mantegazza, Fiamma Pagliari, Valerio Tizzi, Ines Predaroli Tonesi V BIENNALE INTERNAZIONALE D'ARTE DI FERRARA (www.biennaleferrara.com) “Dal Bunker all'Estasi”, patrocinata dalla Regione Emilia Romagna, dalla Provincia e dal Comune di Ferrara Sezione “Logos e Pathos” dal 7 al 21 dicembre 2010 a cura di Sabrina Falzone, catalogo Mondadori 5° biennale di ferrara Inaugurazione Martedì 7 dicembre 2010, ore 18.00 Chiostro di Sant’Anna Rinfresco presso la Sala del Borgonuovo, ore 18.30 LOGOS E PATHOS – Una geografia intellettuale ed emozionale dell’arte “Dal Bunker all’Estasi” può variamente essere interpretato come il trapasso dal Logos al Pathos, senza tuttavia escludere la simultaneità degli stati di coscienza: la coesistenza, e talvolta il conflitto, dell’istinto con la ratio. Il progetto espositivo “Logos e Pathos” vuole proporre una vera e propria geografia intellettuale ed emozionale dell’arte contemporanea, analizzando con accentuata perizia il terreno delle assonanze e delle analogie che contraddistinguono due concetti complementari del temperamento umano ed è proprio sul fondamento della complementarità tra logos e pathos che gli artisti in mostra riflettono attraverso i molteplici linguaggi delle arti visive. Sul tessuto della ricerca artistica odierna, l’esposizione individua lo sposalizio tra la razionalità dell’intelletto umano e l’emisfero irrazionale dell’artista, rintraccia l’esigenza profonda di un connubio tra la realtà e la fantasia, proietta sulla tela o sulla materia l’incontro tra l’attualità e lo scenario onirico. Gli artisti formulano nuove metodologie comunicative, affinando la sperimentazione eclettica delle tecniche artistiche e l’impiego dei materiali più disparati. (estratto del testo critico di S. Falzone per Mondadori - Catalogo della 5a Biennale)
 
Per inserire eventi: dopo il LOGIN 1. click su una data 2. click su "Inserisci evento"
Settembre 2014
Eventi di questo mese: 11

DomLunMarMerGioVenSab

2 4 5
7 8 9 10 11 13
14 15 16 17 19 20
21 22 23 24 25 26 27
29 30     
Date / Time
 
Counter
Today: 0 (unique:0)
Ever: 7427910 (unique:7415652)
Record: 8978 (unique:8909)