Monthly Archives: agosto 2015

Cosa è la cartomanzia?

cartomanti al telefono

La cartomanzia è una tipologia di divinazione esercitata da persone specializzate nel tentativo di predire il futuro, utilizzando le carte come mezzo divinatorio. Tali persone – i cartomanti, o le cartomanti – hanno uno o più strumenti “preferiti”, senza che questa scelta debba necessariamente nuocere al risultato finale: pertanto, è possibile ottenere un buon consulto di cartomanzia utilizzando i tradizionali tarocchi, le sibille o perfino i normali e comuni mazzi di carte da gioco. Ma in che modo?

Nella cartomanzia il cartomante (o la cartomante, visto e considerato che una parte maggioritaria di chi cerca di predire il futuro attraverso le carte è rappresentata da persone di sesso femminile), nei tarocchi cerca di leggere la storia della persona che ha davanti, o che sta contattando al telefono. Pertanto, attraverso l’interpretazione delle carte sarebbe possibile cercare di comprendere quali siano stati gli eventi più importanti, dalla sua nascita all’amore più importante, passando per i successi in ambito lavorativo o gli sbagli personali.

Super compensi: un amministratore inglese è retribuito come 180 impiegati

stipendi

Non accennato ad attenuarsi le enormi disparità di trattamento economico, in Italia come altrove. E così non è – purtroppo – sorprendente leggere sul Sole 24 Ore che gli amministratori delegati delle maggiori società britanniche guadagnano 183 volte di più del salario medio nazionale, e che secondo quanto afferma un rapporto pubblicato ieri dall’High Pay Centre, i Ceo delle prime cento società in Borsa (Ftse 100) portano a casa in media 4,9 milioni di sterline, pari a 7,7 milioni di dollari, all’anno.

Scoperto nuovo pianeta a 21 anni luce dalla Terra

Sebbene in termini astronomici la distanza che compare nel titolo del nostro post non sia poi esageratamente vasta, avendo ben vissuto scoperte perfino più lontane, i 21 anni luce che separano la Terra da HD219134b, il “nuovo” pianeta roccioso scoperto dagli astronomi, sono concretamente e pragmaticamente impossibili da coprire per l’uomo: occorrono infatti 21 anni di percorrenza ad una velocità pari a quella della luce per poter raggiungere il pianeta, una “Terra” (il virgolettato è d’obbligo, per quel che si dirà) che gira anch’essa intorno a una stella simile al Sole.