Amazon investe 150 milioni di euro in Italia

Amazon, una delle multinazionali che grazie ad internet ha fatto la propria fortuna, ha in mente di investire 150 milioni di euro nel nostro Paese, cui si aggiungeranno, nei prossimi anni, almeno il doppio.

L’azieda opera praticamente in tutti i paesi al mondo, grazie appunto ad internet ed alla possibilità degli utenti di acquistare di tutto direttamente da casa propria. Quando diciamo di tutto, ci riferiamo a qualsiasi prodotto, dall’elettronica ai video games, dai prodotti di bellezza ai prodotti per la dieta, dalla frutta alla carne. Si, oggi è davvero possibile acquistare anche prodotti deperibili grazie ai punti di smistamento che il colosso sta posizionando in punti strategici delle più grandi città italiane.

La prima tranche degli impieghi che il colosso di Jeff Bezos ha intenzione di realizzare in Italia riguarda la costruzione di un grosso magazzino per le attività di stoccaggio e di logistica, da installarsi alle porte di Roma. Successivamente, è possibile che Amazon possa investire nuovamente nel Paese attraverso alcuni data centre in alcuni vecchi impianti Enel, da realizzarsi nel breve termine (entro i prossimi 12 mesi).

Insomma, qualcosa – dalle parti di Amazon – sembra muoversi in relazione al nostro Paese. E non è una sorpresa: l’amministratore delegato di Enel, Francesco Starace, aveva già dichiarato che Amazon era tra le principali compagnie interessate ad acquisire tre impianti in disuso appartenenti al gruppo energetico italiano, da trasformarsi in server farm. A ciò si aggiunga che in questi giorni Bezos sarà proprio in Italia e, tra gli altri, incontrerà il presidente del Consiglio Matteo Renzi a Firenze.

Al di là delle aspettative, quel che è certo è la presenza del primo investimento nel nuovo centro che sorgerà vicino Roma. Il nuovo impianto aprirà nell’autunno 2017, per poter dare lavoro a 1.200 persone. L’investimento – come già anticipato – sarà concretizzato in 150 milioni di euro, per un’area di estensione operativa di 60 mila metri quadrati.

Insomma, dopo le prime mille assunzioni offerte grazie al primo maxi centro Amazon in Italia, a Castel San Giovanni (vicino a Piacenza, dove la società lavora dal 2011), oggi l’azienda ha annunciato altri 1.200 posti di lavoro nei prossimi tre anni. Merito, come già ricordato, del centro di distribuzione che andrà a integrarsi con gli altri 29 centri di distribuzione presenti in sette Paesi europei, che la società utilizza – come si legge in un comunicato stampa a margine degli annunci di cui sopra – per poter rispondere alla crescita della domanda e mantenere le promesse di consegne veloci e affidabili ai clienti italiani.

Infine, ricordiamo come Amazon abbia annunciato un nuovo centro di sviluppo a Torino per poter mettere ap unto le capacità di IA e apprendimento automatico della sua assistente vocale Alexa. Complessivamnete, nel 2015 Amazon ha creato in tutta Europa oltre 10 mila posti di lavoro, che hanno portato il personale europeo della società americana a superare complessivamente i 40 mila dipendenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *