Alimenti che fanno bene alla pelle: quali sono?

frutta-e-verdura

Tra i tanti vantaggi della dieta mediterranea vi è anche l’evidenza che la possibilità di ricorrere a un menu ricco di frutta e di verdura può conferire un contributo proattivo e positivo al mantenimento di adeguati livelli di protezione della pelle, con mantenimento della compattezza nel tempo tempo.

La dieta mediterranea può infatti garantire alimenti ricchi di sostanze capaci di combattere i radicali liberi, responsabili dell’invecchiamento dell’epidermide. E non solo.

“Sono sostanze antiossidanti come, ad esempio,il licopene, contenuto nei pomodori, il resveratrolo, che possiamo trovare nella frutta e nelle verdure” – ricordava qualche giorno fa la dottoressa Gabriella Fabbrocini, docente di Dermatologia e venereologia all’Università di Napoli Federico II – “queste sostanze combattono i radicali liberi,maggiori responsabili dell’invecchiamento cutaneo”.

Dunque, alcuni cibi che potremmo valutare di inserire all’interno della nostra alimentazione, oltre ad essere leggeri e alleati della linea, aiutano a mantenere un aspetto fresco nella nostra pelle. “Frutta e verdura sono certamente gli alleati più importanti per la nostra pelle. I frutti rossi, come fragole e mirtilli, contengono acido silicico che aumenta l’elasticità e la tonicità. Per quanto riguarda i prodotti integrali, oltre al ben noto effetto sul sistema gastro-intestinale, hanno un elevato contenuto di vitamina B, essenziale per il benessere della cute” – aggiungeva la dottoressa, delineando alcuni degli elementi che dovrebbero arricchire la nostra dieta.

Sono invece sicuramente meno conosciute le proprietà dello zolfo, che aiuta a preservare il collagene, e che è contenuto all’interno di cavolo, peperoncino, broccoli, aglio, ravanello, cipolle, semi di zucca, crescione, cavolfiore. Lo zolfo ha infatti un ruolo fondamentale nel mantenimento dell’integrità delle articolazioni e dell’elasticità del tessuto connettivo, stimolando la sintesi del collagene.

Purtroppo, spesso la quantità di zolfo che viene assunta con la dieta non è sufficiente e può essere pertanto utile una sua integrazione. Tra gli effetti più evidenti di carenze (o di abbondanze) di zolfo, vi è quello sull’impatto nei capelli.

Pertanto, se volete mantenere a lungo giovane la vostra pelle, non vi sono dubbi. Via libera a pesce, verdure e carote, che contengono principi attivi dall’attività antitumorale e fotoprotettiva, e che concorrono a ridimensionare i danni che sono prodotti sulla cute dalle radiazioni ultraviolette.

Se inoltre la vostra pelle è particolarmente secca, è necessario idratarsi molto, bevendo almeno 2 litri di acqua al giorno. Se invece la vostra pelle è particolarmente grassa, provate a limitare l’assunzione di latte e derivati. E fateci sapere come è andata!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *